Mercoled 3 Giugno alle ore 18.30 il Kestè Napoli (Largo San Giovanni Maggiore Pignatelli) inaugura la personale di Giuseppe Falconi. La mostra dal titolo “Of sun, of colors and restless ideas” (Di sole, di colori e di idee inquiete) è a cura di Milena Borsacchi e Alessandra d’Aragona e sar  visitabile fino al 14 Giugno.
Il giovane artista napoletano propone nove lavori di digito-pittura che rappresentano l’approdo della ricerca artistica e sperimentazione pittorica che lo hanno visto impegnato a coniugare l’arte grafica e la tecnologia digitale. Dopo la formazione classica, inizia il suo percorso artistico, ricercando un nuovo linguaggio visivo attraverso la sperimentazione di diverse forme espressive. Dalla passione per l’arte, passa allo studio dei diversi metodi e sistemi della comunicazione visiva, attraversa una fase gestuale e un lungo periodo di astrattismo per poi dare totale spazio al figurativo con la scoperta della forza comunicativa della grafica. La pittura digitale caratterizza le sue ultime opere, in cui intatta e coerente resta la personale cifra pittorica con la scelta delle campiture cromatiche nette e incisive che definiscono ogni suo lavoro.
Napoli è l’oggetto privilegiato della sua arte, la ripropone seguendo una linea simbolica, giocosa, provocatoria, ironica e a volte anche inquieta. Colori quasi irreali disegnano una realt  che appare irriconoscibile, Falconi, utilizzando la grafica digitale, lascia brevi e rare tracce partenopee, volutamente forse folcloristiche, ma caricate di un’immediatezza e di una certa irrequieta e nostalgica certezza che si contrappone alla solarit  e luminosit  cromatica.
Con una cifra stilistica da rebus, coniuga la pittura alle parole, aggiungendo all’istantaneit  dell’immagine, favolistica e dai tratti surreali, la forza evocativa e simbolica del linguaggio.
Gestualit  e ambivalenza di segni e significati per esteriorizzare ed estrapolare una pittura dell’interiorit  inconscia e conscia, scoprendo e rivelando, attraverso i colori, emozioni e sensazioni di una realt  che sembra umanizzarsi e animarsi come un fumetto.

vernissage mercoled 3 giugno ore 18.30 con aperitivo “San Ginger”.
Per saperne di più: www.keste.it

Nelle immagini alcune delle opere in mostra