Napoli festeggia il pianoforte, dopo il successo di piano City Berlino 2010 e Milano 2012/13, il 4, 5 e 6 ottobre 2013.
Il più conosciuto degli strumenti musicali risuoner  in ogni angolo della citt  con concerti, eventi, appuntamenti nei salotti delle case napoletane e nei più bei luoghi storici, dai musei ai teatri, alle piazze.
Testimonial dell’edizione partenopea è Sir Antonio Pappano, affiancato da un comitato d’onore di celebri pianisti campani Bruno Canino, Laura de Fusco e Annamaria Pennella. La direzione artistica è a cura di due affermati pianisti napoletani, Dario Candela e Francesco D’Errico, insieme all’ideatore Andreas Kern.
Oltre 200 pianisti, napoletani e non, interverranno con repertori di qualsiasi genere musicale, incroci tra classici e jazz, profili di composizione, maratone di improvvisazioni, concerti di notte (Piano Night).
Marco Napolitano, promotore del festival, annuncia che il Piano City Napoli “in viaggio con la Mehari” propone, sabato 5 ottobre alle ore 1900, due concerti al Museo PAN avvicinando il pianoforte alla macchina in cui fu ucciso Giancarlo Siani. Last minute abbiamo deciso di dedicare due concerti (sezione jazz, domenica 6 ottobre) alla campagna di Greenpeace finalizzata alla liberazione dei 30 attivisti detenuti in Russia a seguito della protesta contro le trivellazioni petrolifere nell’artico.
La manifestazione è voluta e promossa dalla storica Ditta Alberto Napolitano Pianoforti di Piazza Carit  con il patrocinio della Regione Campania, del Comune di Napoli, del Conservatorio San Pietro a Maiella e del FAI Sezione Campania, in collaborazione con l’EPT ed il sostegno del Banco di Napoli.

Per saperne di più

www.pianocitynapoli.it

In foto, il logo della manifestazione