In un citt  dalla creativit  dirompente in cui i giovani talenti sono affidati a validi insegnati, la variabile critica per emergere è l’opportunit . Che spesso manca, perch si preferisce investire sui grandi nomi internazionali e non si ha lo slancio giusto per riconoscere il patrimonio artistico che si nutre e cresce all’ombra del Vesuvio.
L’Accademia di belle arti di Napoli è davvero una fucina di idee, qui gli studenti si evolvono, danno una forma alla loro sensibilit  estetica e vengono preparati a diventare professionisti. Spesso però manca il ponte tra studio e lavoro, manca proprio quell’opportunit  che possa allo stesso tempo lanciare un artista e mettere in mostra il valore della citt . Da queste riflessioni è nato il concorso Fotografa il maggio, che giunge quest’anno alla IV edizione.
Organizzato dall’associazione Oltre il chiostro, in collaborazione con l’Accademia di belle arti, la rivista Charme e ilmondodisuk, con il patrocinio del Comune di Napoli, l’iniziativa è indirizzata a tutti i fotografi non professionisti, invitati a catturare la citt  ispirati dal tema Napoli e il Barocco Contemporaneo. Oggi, 20 maggio, sono state annunciate le venti foto selezionate, che compongono la mostra ospitata nel Museo di arte religiosa contemporanea di S. Maria la Nova, alla vincitrice, Raffaella Giuliano un premio di 500 euro, offerto da ilmondodisuk, e la possibilit  di far parte dello staff della rivista Charme.
Tema della prossima edizione è “Napoli e la sua scena” “Dopo l’incidente della spazzatura – spiega Fabio Donato, professore di fotografia dell’accademia – guardiamo ora alla Napoli capitale, quella del grand tour, quella talvolta oleografica, laddove l’oleografia non è necessariamente un aspetto negativo dell’immagine. Guardiamo alla sua bellezza formale, mettendone a fuoco l’eleganza. La fotografia è uno strumento di conoscenza perch insegna a guardare la citt  con occhio attento, anche all’estetica. Nei prossimi lavori dunque, vorrei vedere la bellezza antica della citt  guardata in modo nuovo”.
Padre Giuseppe Reale, presidente dell’associazione Oltre il chiostro, ha commentato rilanciando la necessit  di far emergere i talenti al di l  delle “lobby culturali”, offrendo le sedi non istituzionali ai giovani ma non solo “la mia speranza – spiega – è che il Pan diventi il luogo della sperimentazione, con un particolare occhio a chi esce dall’accademia”.
Il premio è stato consegnato da Donatella Gallone, editrice e direttore de ilmondodisuk, anche lei ha sottolineato il ruolo del Palazzo delle arti intorno al quale “devono ruotare i progetti d’arte partenopea. Napoli eccelle in tutte le arti ma soprattutto,e storicamente, nella fotografia”.

Le altre foto selezionate sono di Maria Giovanna Ambrosone (seconda classificata), Viviana Porcaro (terza classificata),Rossella Avolio, Stefania Ciardiello, Angela Covino, Filomena De laurentiis, Mariana Lubrino, Sandro Maddalena, Raffaela Monda, Giuliano Montieri, Giancarlo pesce, Linda Ponticello, Eugenio Smiraglia e Nicola Tolosa.

Il concorso è aperto a tutti i fotografi non professionisti, il bando è scaricabile dal sito www.oltreilchiostro.org

Nell’immagine la premiazione della vincitrice con Donatella Gallone e Maria Teresa Girosi, vicedirettore dell’accademia.
Pubblicheremo da luned le prime tre foto classificate