“Napoli museo Aperto”. Da met  febbraio un esercito di (247) giovani dai 18 ai 29 anni iscritti ai centri per l’impiego e finanziati con il progetto “Garanzia Giovani”, saranno impiegati nelle strutture museali del centro storico e nelle stazioni d’arte, affidati ad architetti di fama internazionale dove gli ambienti di transito, i cosiddetti “non luoghi” di pubblico trasporto, sono diventati scenografia di un’operazione culturale di vasto respiro con protagonisti i maggiori nomi dell’arte contemporanea.
L’obiettivo è quello di permettere ai giovani di maturare un’esperienza sul campo, interagendo con i visitatori, guidandoli alla riscoperta dei tantissimi capolavori che si celano dietro le porte delle nostre chiese, delle quadrerie, dei monumentali refettori, delle sale capitolari, per poter implementare quanto prima e nel migliore dei modi l’apertura di nuove strutture.

I giovani impiegati, acquisita questa esperienza, potranno progettare forme di lavoro associato, costituire cooperative d’arte per lavorare nel vasto mondo della cultura e del turismo.

Il progetto prevede la riapertura o l’ampliamento degli orari di apertura, in via sperimentale, di 30 tra chiese e strutture museali e 10 stazioni dell’arte della citt  di Napoli, proprio grazie a questi giovani napoletani.

L’idea alla base del progetto “Napoli Museo Aperto” è quello di impiegare ragazzi con qualifica di guida turistica o interprete o lingua.
Saranno retribuiti per 6 mesi attraverso il fondo “Garanzia Giovani” con un netto di 500 euro al mese.
Chi sono questi giovani 200 guide turistiche (tra diplomati al liceo, guide professionali e altre categorie), 33 interpreti e traduttori di livello, 8 curatori e conservatori di musei, 6 addetti alla segreteria.
Come verranno impiegati 6 ragazzi per struttura, di cui 3 di mattina ed altrettanti di secondo turno, dal luned al sabato.
I ragazzi avranno 30 giorni per inviare la loro candidatura ai centri per l’impiego (la richiesta del Comune è stata avanzata il 30 dicembre 2015). A met  febbraio saranno formati e assegnati alle strutture prescelte.

Queste le strutture
Basilica di San Paolo Maggiore
Santuario della cripta di San Gaetano
Basilica di San Lorenzo Maggiore
Chiesa San Giovanni a Carbonara
Ruota dell’Annunziata
Chiesa dei Santi Apostoli
Chiesa Di San Severo Al Pendino
Chiesa di Santa Caterina a Formiello
Chiesa di San Domenico Maggiore
Chiesa di Santa Maria Regina Coeli
Chiesa di Sant’Angelo a Nilo
Chiesa di Sant’Eligio Maggiore
Complesso Monumentale di Santa Chiara (foto)
San Pietro a Maiella
Basilica Reale San Francesco di Paola
Chiesa di San Ferdinando
Chiesa di San Giovanni a Mare
Santa Maria Incoronatella della Piet  dei Turchini
Basilica di San Pietro ad Aram
Chiesa dei Santi Cosma e Damiano a Porta Nolana
Chiesa di San Giorgio Maggiore
Chiesa di Santa Maria Egiziaca a Forcella
Chiesa di Sant’Agrippino a Forcella
Chiesa di Santa Maria della Pace
Chiesa dell’Incoronata
Maschio Angioino
Palazzo San Giacomo
Galleria Umberto I
Castel dell’Ovo
Archivio Storico Municipale

Queste le stazioni d’arte
Stazioni Metro Linea 1 – GARIBALDI
Stazioni Metro Linea 1 – UNIVERSIT
Stazioni Metro Linea 1 – MUNICIPIO
Stazioni Metro Linea 1 TOLEDO
Stazioni Metro Linea 1 DANTE
Stazioni Metro Linea 1 MUSEO
Stazioni Metro Linea 1 – MATERDEI
Stazioni Metro Linea 1 – SALVATOR ROSA
Stazioni Metro Linea 1 – QUATTRO GIORNATE
Stazioni Metro Linea 1 VANVITELLI.