Pandemia, epidemia, mascherina, emergenza sanitaria, vaccino, prevenzione, presidi sanitari. Negli ultimi tempi una vastissima “enciclopedia scientifica fai da te” sull’influenza A, la sua diffusione e i rischi che ne derivano, domina un’ipotetica classifica dei libri più acquistati. Un vero e proprio best seller di cui tutti parlano nella pausa pranzo, durante le file alla posta, alla fermata degli autobus e infarciscono di allarmismi da telegiornale e di qualche sano vecchio rimedio della nonna, che non sbaglia mai. Ma quanto dobbiamo sentirci veramente in pericolo, quanto dobbiamo temere per la nostra salute e cosa possiamo fare per evitare il contagio, a tutte queste domande la nutritissima enciclopedia fatta in casa non risponde o meglio glissa come chiunque si spacci per medico dopo un pugno di esami all’universit . Dove le risposte mancano monta la psicosi. Giornali e televisioni fanno tremare le vene e i polsi. Il virus dell’influenza A, protagonista assoluto di prime pagine e palinsesti, sembra pronto a colpire da un momento all’altro chiunque frequenti un cinema, una metropolitana, o si trovi a passare per puro caso in un luogo chiuso.

Fondazione Idis-Citt  della Scienza si pone in controtendenza rispetto ai classici canali di “dis-informazione” e attraverso l’iniziativa “Non lasciamoci influenzare”, che si terr  a Citt  della Scienza domenica 8, 15 e 29 novembre dalle ore 10:00 alle 19:00, propone una serie di attivit  ed incontri con esperti del settore. Virologi, medici e scienziati metteranno a disposizione le loro conoscenze ed interagiranno con il pubblico per dare risposta ai quesiti che in molti si pongono in questo momento cos delicato. Il primo appuntamento in programma è domenica 8 novembre con la dott.ssa  Emma Montella, membro del comitato Pandemico dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “Federico II”. Domenica 15 novembre sar  il dott. Giulio Cocco, dirigente medico della Divisione di Malattie dell’Apparato Respiratorio ad Indirizzo Riabilitativo dell’Azienda Ospedaliera “A. Cardarelli” ad incontrare il pubblico del Science Centre, mentre domenica 29 novembre interverr  il dott. Domenico Guarnaccia,  virologo e membro dell’AISERV Associazione Italiana per lo Studio e la Ricerca virologica dell’Ospedale Cotugno di Napoli.

La finalit  degli incontri è volta a diffondere un’informazione adeguata rispetto ad una fase della salute pubblica certamente critica, ma non disperata e a sfatare i luoghi comuni che tanti contribuiscono a diffondere.

Buona salute a tutti!

Nella foto, Citt  della scienza