Giornata contro l’omofobia, oggi. E va in scena. Il primo processo di Oscar Wilde.
Il titolo dice tutto. Uno spettacolo gi  visto nello spazio Lanificio25 a Portaapuana.
Devo dire che mi colp molto l’entrata nella sala di Oscar Wilde, interpretato da Roberto Azzurro, elegante nella sua follia, nella sua gestualita’, nei suoi ammiccanti sguardi, fedele alla storia di un uomo coraggioso che ha combattuto i ben pensanti dell’epoca della soffocante moralit . Vittoriana, con i suoi celebri aforismi, frasi e pensieri.
"Il delitto e sempre volgare, la volgarita’ e delitto"
"Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" .
Potrei andare avanti per ore, ma consiglio di andare a vedere lo spettacolo, dove gli attori danno una lezione di grande professionalita’, vi faranno entrare nel mondo dello scrittore.poeta e drammaturgo irlandese che nel 1895, all’apice della sua carriera, fu al centro del citato processo, il piu chacchierato del secolo, che lo vide imputato per sodomia, condannato a due anni di lavori forzati. Ne usci rovinato e psicologicamente provato. Trascorse i suoi ultimi anni a Parigi sotto falso nome (Sebastian Melmoth)
R. Azzurro fedele nell’interpretare i vezzi, il fascino del celebre dandy.
Bella la scrittura,la regia,e un plauso agli attori.
La pièce va in scena martedi 17 maggio ore 21.00
Drammaturgia Massimiliano Palmese.

Regia Roberto Azzurro (che interpreta O.Wilde).

Con Pietro Pignatelli,Fabrizio Cavaliere,Carlo Caracciolo,Marco Sgamato

Palazzo dei Liguori
Via Arena Sanit , 21 Napoli

In foto,una scena dello spettacolo

LA NOTIZIA – LA MIA VITA CON NITSCH

Incontro con Giuseppe Morra presidente della Fondazione Morra, fondatore e direttore del Museo H. Nitsch di Napoli

Marted 17 maggio, alle ore 14.30 nella sede di S. Carpoforo dell’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, avr  luogo l’incontro, dal titolo “La mia vita con Hermann Nitsch”, con Giuseppe Morra, presidente della Fondazione Morra di Napoli una delle istituzioni artistico-culturali italiane più attive e creative, fondatore e direttore del Museo H. Nitsch, una delle sedi museali italiane del contemporaneo più originali, innovative e partecipative, che ha avuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti a livello internazionale e, sin dai suoi primi anni di vita, ha riscosso l’apprezzamento sia della critica e degli addetti ai lavori, sia del pubblico in particolare giovanile.

L’incontro, che sar  introdotto da Romano Gasparotti, è stato organizzato, nell’ambito delle sue molteplici attivit  di alto valore culturale e scientifico, dal CRAB ( Centro Ricerca Accademia di Brera) fondato e coordinato dal professor Francesco Correggia(artista, performer e docente presso l’Accademia milanese).