Dopo il debutto viennese e il grandissimo successo a Los Angeles, New York e Parigi, è stato presentato in anteprima nazionale al Napoli Teatro Festival Italia “Desdemona”, un concerto-teatro nato dalla collaborazione tra la scrittrice premio Nobel Toni Morrison e Rokia Traorè, la nuova regina della musica afro. Un’affascinante rilettura della tragedia shakespeariana che il regista americano Peter Sellars ambienta nell’aldil  dove la protagonista- interpretata da Tina Benko- che alla presenza di un coro di donne africane si confronta con il proprio passato e cerca di chiarire a se stessa segreti, bugie, inganni, e crudelt .
La ricerca di un’identit  negata passa attraverso la ricomposizione del conflitto interiore e l’incontro, dopo quattrocento anni, con il marito Otello. Al di l  della furente gelosia, l’uxoricidio è motivato alla luce di pensiero unico, quello maschile, che considera le donne alla stregua di mezzi per raggiungere il piacere e , al contempo, soddisfare la brama di potere. Nelle parole di Desdemona le donne di ieri e di oggi si sforzano per liberarsi dagli spettri dell’esclusione, dell’emarginazione, dell’asservimento.
La violenza sulle donne, tuttavia, non è l’unico male che si insinua nella societ  inglese del tempo. Ad esso si accompagnano il razzismo e la xenofobia, che nella rilettura del dramma vengono denunciati per bocca della balia africana Barbary, una donna coraggiosa che con i suoi racconti aveva allietato la triste infanzia della piccola Desdemona. “Barbary” non è il suo nome di battesimo, ma un nomignolo dispregiativo che, nella Londra del XVII secolo, significava “Africa”.
E di riferimenti al continente nero e alle sue genti l’Otello è pieno, cos come il Il mercante di Venezia. Nell’originale shakespeariano Barbary è una personaggio in absentia, mentre nella Desdemona di Toni Morrison prende la voce di una donna dal forte sentire, quella di Rokia Traorè, che nelle canzoni riporta linguaggi e tradizioni della sua terra.
L’artista malese, che sar  in concerto il 14 e il 15 luglio a Roma e a Milano, da anni porta avanti il suo impegno per la causa della pace e per il diritto dei popoli a autodeterminarsi. E con il Napoli Teatro Festival l’appuntamento è a settembre, quando andr  in scena il Premio Le Maschere del Teatro Italiano, organizzato per il terzo anno consecutivo dalla Fondazione Campania dei Festival in collaborazione con l’Agis.

In foto, una scena di Desdemona