Settima giornata del contemporaneo Napoli partecipa con varie iniziative, e tra le tante realt  che in citt  si occupano di arte ne scegliamo due, diverse tra loro ma entrambe vivaci nel proporre rassegne e lanciare giovani talenti. La prima è il Plart di Maria Pia Incutti che ieri mattina ha presentato un progetto tri-dimensionale che accosta il duo FormaFantasma, Alfredo Jaar e Michele Guido a cura di Marco Petroni. L’idea nasce dalla collaborazione del centro museale dedicato alle plastiche e la Galleria Lia Rumma “ci accomuna la ricerca sul campo dell’etica dell’arte” ha spiegato la Incutti. Il progetto di FormaFantasma, al secolo Andrea Trimarchi e Simone Ferresin, è stato commissionato dal Plart e si intitola Botanica sempre per restare in tema di materie plastiche, i due designer homebased a Eindhoven, sono stati chiamati a ragionare sulle possibilit , per la plastica, di affrancarsi dalla dipendenza dal petrolio.
Il risultato è una collezione di ogetti realizzati con resine pre-sintetiche Colofonia, Dammar, Copale, Caucciù, Gommalacca naturale e Bois Durci, un materiale del diciannovesimo secolo composto da sangue animale (o albume d’uovo) mescolato con polvere di legno. Il progetto ha suscitato anche l’interesse del Moma di New York che ha chiesto di poter inserire nella sua collezione permanente una delle opere. Accanto ai FormaFantasma c’è l’istallazione di Michele Guido che a partire dalla geometricit  delle piante riflette su come la natura sia il vero demiurgo delle forme architettoniche. In più, il video di Alfredo Jaar “Muxima” lancia una riflessione sulle responsabilit  dell’Occidente, raccontando la realt  africana dell’Angola. (Inaugurazione oggi alle 18).
Tra i prossimi appuntamenti del Plart segnaliamo anche la collaborazione con la Triennale di Milano, la mostra dei gioielli di Chiara Scarpitti e le attivit  didattiche destinate alle scuole.

La galleria di Ilia Tufano, Movimento Aperto, celebra la settima giornata del contemporaneo lanciando l’immagine realizzata per l’occasione da Giulio Paolini e inaugurando la mostra in forma di libro 20 libri d’artista e un’istallazione di Ilia Tufano. Movimento Aperto da più di 15 anni dedica attenzione al confronto tra linguaggi Filosofia, letteratura e arti visive. In occasione della Settima Giornata del Contemporaneo, quale introduzione alla prossima stagione , presenta la mostra In Forma Di Libro, la ricerca più recente di Ilia Tufano. In mostra ,con l’installazione ” LA DIMENSIONE VERTICALE ” , ispirata a DEVI CAMBIARE LA TUA VITA, il più recente saggio del filosofo tedesco Peter Sloterdijk , venti libri d’artista di varie dimensioni, realizzati con materie e tecniche diverse. Tra questi, dodici costituiscono un gruppo omogeneo, infatti ciascun libro mette in scena un Aiku. (inaugurazione oggi ore 18).

Nelle immagini un libro d’artista in mostra da Ilia Tufano e l’istallazione di FormaFantasma al Plart.