La citt  diventa teatro con Nartea. L’associazione culturale sceglie tre suggestive location napoletane per le sue rappresentazioni. Riflettori accesi domenica 29 dicembre, dalle 11, sul meraviglioso Pio Monte della Misericordia incastonato nel cuore di via Tribunali, per la visita teatralizzata “Captivi”, guidata da Alessia Zorzenon con gli attori Serena Pisa, Stefano Ferraro e Antimo Casertano. In uno spazio dove sono custoditi capolavori del naturalismo napoletano firmati Ribera, Giordano, Pitloo, Stanzione, Vaccaro, Francanzano, Santafede, van Somer. E dove, nell’elegante Chiesa barocca, svetta il celebre dipinto di Caravaggio.
“Captivi” è un testo scritto da Febo Quercia e si concentra su un’emozionante pagina del passato. La citt  di Napoli non sfugg ai saccheggi dei Turchi corsari-predoni si arricchivano con il commercio e il riscatto di uomini, donne e bambini, esposti sulle piazze marittime africane. Una delle operazioni in cui il Pio Monte fu attivamente impegnato sin dai primi anni della sua istituzione fu proprio la liberazione degli schiavi cristiani imprigionati e seviziati nelle mani degli infedeli.

Sabato 4 gennaio 2014 (dalle 19) “Fiamme e ragione” (con la voce-guida di Gianfranco Russo e all’interpretazione di Giuseppe Romano, Antimo Casertano, Antonio Perna e Sergio Del Prete) apre le porte, del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore per ripercorrere l’appassionante esistenza del filosofo italiano Giordano Bruno. Realizzata con il Patrocinio morale dell’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli, in collaborazione con l’Associazione Pietrasanta Polo culturale e Neartpolis, l’iniziativa vuole far conoscere la storia del luogo attraverso la vita di un protagonista della rivoluzione culturale seicentesca. Durante la visita, sar  possibile ammirare le riproduzioni (in digitale) di capolavori di Leonardo, Raffaello, Caravaggio proposti nel progetto “Una mostra impossibile” di Renato Parascandolo.

Sabato 18 gennaio 2014 (dalle 19) la nuova versione de “Il testamento di pietra” al Museo Cappella Sansevero ci far  immergere nella storia e nelle opere all’interno della navata e della Cavea sotterranea, alla scoperta del principe Raimondo di Sangro e del suo affascinante universo. Ancora sar  Alessia Zorzenon a guidare l’evento messo in scena da Stefano Ferraro, Antimo Casertano e Antonio Perna.

Prenotazione obbligatoria ai numeri 339.7020849 – 334.6227785. La quota di partecipazione ad evento è di € 15,00 per gli adulti, con riduzioni per ragazzi, omaggi bambini. Sconto previsto sull’acquisto del “Colto-Paccotto” un unico biglietto di tre eventi al prezzo di 39 euro invece di 45.

Per saperne di più

www.nartea.com

info@nartea.com

In foto, una scena di "Captivi" e la cappella Sansevero negli scatti di Marco Venezia