Il segreto per vivere cento anni. E bene. Ecco il Cilento e la dieta Mediterranea. Dalle universit  di San Diego in California e La Sapienza di Roma le ultime novit  scientifiche sulla longevit  che caratterizza da secoli la vita in un territorio dove si contano oggi oltre trecento ultracentenari. Si chiama Ciao (Cilento on Aging Outcomes Study) lo studio pilota condotto dall’Universit  di San Diego in California, il Comune di Pollica, l’Universit  La Sapienza di Roma, Great Italy (Global research on acute conditions team e Waltraut Bergmann Stiftung di Berlino) Ciao (Cilento on Aging Outcomes Study. E verr  presentato domenica 4 settembre 2016 alle 9 al Castello Capano di Pollica in un incontro dal titolo “Alla ricerca dell’invecchiamento in buona salute il futuro della medicina?”.
Con il sindaco di Pollica Stefano Pisani interverrano il vicepresidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola; David Brenner, vice cancelliere per le Scienze della Salute all’Universit  di San Diego; Paola Antonini, direttore affari medici e scientifici Visufarma Roma; Andreas Bergman, biochimico e CEO Sphingotec; Giovanni D’Arena, direttore del laboratorio D’Arena di Vallo della Lucania; Salvatore Di Somma, professore di Medicina, presidente della scuola di specializzazione in medicina d’emergenza del dipartimento di scienze medicochirurgiche e di medicina Traslazionale de La Sapienza; Nicola Ferrara, presidente della societ  italiana di geriatria.
Pollica e le sue meravigliose frazioni, con la più celebre Acciaroli, ospiteranno il centro di ricerca sulla longevit  sulle orme dei primi studi e della permanenza ad Acciaroli del medico e studioso americano Ancel Keys e sua moglie Margaret che, vivendo in quei luoghi, indagarono sui legami profondi tra la Dieta Mediterranea e la longevit  della popolazione cilentana. Alle 13, conferenza stampa internazionale. Cena di gala con la magia e la salubrit  della Dieta Mediterranea sul pontile del porto di Acciaroli con i prodotti del territorio selezionati e preparati da Alma Seges, organizzazione salernitana di produttori ortofrutticoli di qualit .

In foto, olio d’oliva, frutta e verdure alla base della dieta mediterranea