La Napoli delle idee. Tre giovani scommettono sul denim e lanciano la loro proposta. Riot: laundry bar and clothes. Un concept store dalla struttura architettonica e dal design di avanguardia che sorgerà nel cuore del Vomero, in via Kerbaker 19, ex sede della storica libreria “Loffredo”. Diverse attività in un unico spazio che ha come filo conduttore il mondo del denim.
Stefano Grasso, Luigi Stallone e Gianpiero Iodice, in un momento non facile per l’economia, fondono le proprie esperienze settoriali per creare un universo di attese e bisogni intorno a un argomento capace di connettere la molteplicità di oggetti e servizi offerti. «Credere in quello che si fa è il motore di ogni giovane – commenta Stefano, amministratore unico e responsabile reparto “laundry” (lavanderia). Penso che la paura sia il più grande limite per non creare».

riot-laundry-bar | ilmondodisuk.com
Un particolare del nuovo locale

Oltre a una raffinata selezione di dischi in vinile, riviste di design e capi di abbigliamento di marca, “Riot” offrirà alla clientela occasioni di intrattenimento e servizi di vario tipo, al fine di incrementare il numero di visitatori e prolungare la loro permanenza all’interno del negozio. «L’idea – spiega Stefano – è quella di creare un polo funzionale, un punto di ritrovo dedito a raccogliere un pubblico che ami moda, arte, musica e proposte di nuovi talenti, senza distinzione di età, con l’unica volontà di scoprire e vivere lo store in ogni suo angolo».
Il negozio si svilupperà su tre livelli: il primo piano con esposizione di quadri di artisti, vendita di vinile e angolo dedicato alle fragranze. Un esperto, settimanalmente, si occuperà di creare profumi “ad personam”, a seconda delle esigenze e delle energie individuali. Il ground floor (piano 0 con postazioni internet wifi) ospiterà il laundry bar che avrà un doppio look: diurno, dedicato al benessere, al relax, alla cura del corpo e american bar di sera, un luogo d’incontro dove potersi rilassare bevendo un buon aperitivo.
Di giorno si potranno gustare centrifughe, frullati, tisane, the, con un unico comune denominatore: la salute. Cocktail, long drink, selezioni di birre e vini campani, compongono il menù della sera. Tutti i prodotti, creati ad hoc e a km 0, saranno scelti per la stagionalità e la denominazione controllata e prenderanno il nome dai capisaldi del mondo del lavaggio dei jeans.
Il basement (piano -1), è dedicato all’abbigliamento, curato da London Vomero e ospiterà lo sneakers store e il corner lavanderia dove «i clienti – precisa Stefano –, potranno creare, customizzare il proprio capo in maniera verticale, fino a scegliere tessuto, fit e lavaggio».  Insieme all’esperto sarà, infatti, possibile personalizzare il proprio denim utilizzando la linea di prodotti a zero impatto ambientale, la “GreenOfChange” dell’azienda leader del settore “Garmon”, partner del progetto.
Napoli sarà la prima città che ospiterà uno store del genere. «Apriremo lunedì 19 dicembre alle 19- annuncia Stefano- Faremo un’inaugurazione cercando di coinvolgere tutti gli amici, addetti ai lavori e curiosi».

riot-bar | ilmondodisuk.com
La locandina dell’evento

Stefano Grasso, proviene dal mondo della lavanderia industriale. Dopo aver svolto il ruolo di responsabile del prodotto per 7 anni, decide di mollare tutto per occuparsi del suo sogno: la creazione di una azienda di abbigliamento. Nasce dunque Derrière, brand che ad oggi è distribuito in Italia, Francia, Olanda, Germania e Giappone.
Luigi Stallone (responsabile acquisti e reparto “clothes”) è il fondatore di London Vomero, negozio di riferimento per i giovani napoletani che conta ben 5 store tra Vomero e Chiaia. La sua spiccata capacità nella selezione e nell’acquisizione di brand all’avanguardia, gli ha permesso di essere il riferimento per chiunque voglia cercare sempre novità sul mercato.
Gianpiero Iodice (responsabile comunicazione, marketing e reparto “bar day and night”) è un biotecnologo con la passione per la musica. Viaggiatore alla ricerca di dettagli sempre nuovi, dopo aver vissuto due anni ad Amsterdam, ritorna in città e diventa socio del “Duel”, club underground per eccellenza.
«Abbiamo deciso – conclude il giovane amministratore – di investire in città perché crediamo che Napoli sia la Berlino d’Italia, culla di idee e giovani talentuosi, con un pubblico ricettivo e aperto. Ci auguriamo che Riot parta da qui per aprire altri store in giro per il mondo».

 

RIOT19 S.R.L.

Via Kerbaker, 19

80129, Napoli

riot19srl@gmail.com

riotlaundrybar.com

 

Nella foto, i tre soci, da sinistra a destra, Stefano Grasso, Gianpiero Iodice, Luigi Stallone