L’anima ecologista del liceo artistico statale di Napoli, diretto dal professor Renato Savarese, si è risvegliata sabato 13 marzo per la manifestazione “Nontiscordardime” promossa da Legambiente. Ospite frequente del Liceo, Raffaele Del Giudice, direttore regionale dell’associazione ambientalista, ha trascorso l’intera mattinata con i ragazzi del liceo coordinando, con la professoressa Clorinda Irace una giornata di attivit  frenetica che ha visto la partecipazione entusiasta di tantissimi degli 800 studenti circa del Liceo.

Innanzitutto, il motto è stato “Sgommiamoci” per ripulire la scuola dai tanti chewingum che imbrattano pavimenti e scale di questo antico e prestigioso edificio che, purtroppo, non si riesce a mantenere in modo consono al suo antico valore: i tagli all’istruzione producono tagli ai bidelli e…la scuola resta sporca!

Gli studenti, contraddistinti dai cappellini gialli con il logo ambientalista, con raschietti e palette hanno staccato pazientemente centinaia di gomme guidati ai piani dalle professoresse Titti Basile e Lia Federico, che hanno indossato la pettorina di Legambiente e hanno coordinato il lavoro di intere classi che hanno conferito ai corridoi e agli spazi comuni del quinto e sesto piano un aspetto molto più fresco e pulito.

Al secondo piano, con le professoresse Silvana Parente e Patrizia Palomba, porte aperte ai laboratori di “Riuso creativo dei materiali”: fioriere realizzate con vecchi copertoni di gomma, cartelline e porta cd con vecchi giornali, una vecchia poltrona trovata a Largo Donnaregina che è stata recuperata con l’ausilio della cartapesta e tanti altri oggetti sono stati mostrati alla stampa e ai vertici di Legambiente che hanno visitato la scuola. Percorsi realizzati con studenti che da anni lavorano a queste tematiche nell’ambito dei progetti di educazione alla legalit  e di Scuole Aperte, in particolare gli allievi della IV B che stanno partecipando ad un corso dal titolo emblematico “Volontari si diventa” e ad un laboratorio di cartapesta per il riuso della carta.

Contemporaneamente, nell’antico chiostro della scuola, un gruppo di allievi guidati dai docenti Fidalma Malfer  e Salvatore Nuzzo ha realizzato opere su carta ispirate ai temi della giornata ecologica. Molti hanno raffigurato le palme del giardino della scuola, fortunatamente in ottima salute, non attaccate dalla malattia che sta uccidendo tanti alberi n citt .

Se la penuria di bidelli, in momenti cos difficili per le nostre scuole, rende complicato mantenere l’edificio in uno stato consono al prestigio dell’antico edificio, una manifestazione come questa può dare una mano sia nel ripulire spazi e ambienti, sia nel sensibilizzare i ragazzi a non sporcare nuovamente.

Una bella giornata per il Liceo, che speriamo si trasformi in comportamenti corretti!

In alto, l’arte del riciclo. In basso, gli studenti all’opera