“Assemblaggi creativi”. La mostra finale. Bambini e ragazzi con Joseph Beuys al Mann di Napoli (piazza Museo Nazionale 19), dal 5 al 10 aprile. Per la prima volta, ragazzi di scuole e etnie diverse del territorio partenopeo (soprattutto della zona est di Napoli), ispirati dall’arte di Beuys (artista tedesco contemporaneo tra i più emblematici della seconda metà del Novecento), hanno lavorato insieme e si sono incontrati al museo. I loro lavori saranno dislocati tra lo scalone d’ingresso nell’atrio, la sala degli Imperatori e la sala dell’Ercole Farnese.
Mercoledì 5 aprile alle 10, nella sala delle conferenze del Mann, la giornata inaugurale che si aprirà con i saluti del direttore Paolo Giulierini e vedrà la partecipazione dell’onorevole Gennaro Migliore, sottosegretario di Stato al Ministero della Giustizia. Coordinati dalla giornalista Francesca Panico, interverranno Luigi Caramiello, docente di Sociologia dell’arte e della letteratura dell’università degli studi di Napoli “Federico II”, Donatella Gallone, direttrice e fondatrice de “ilmondodisuk”, Maria Luisa Iavarone, docente di Didattica generale dell’università “Parthenope”, Francesca Marone, docente di Educazione all’immagine della “Federico II”, Annamaria Palmieri, assessore all’Istruzione del comune di Napoli e Fabrizio Manuel Sirignano, ordinario di Pedagogia sociale all’università “Suor Orsola Benincasa”.
Al vernissage parteciperanno il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale della Campania Luisa Franzese, i rettori delle università “Federico II”, “Parthenope” e “Suor Orsola Benincasa”, Gaetano Manfredi, Alberto Carotenuto e Lucio d’Alessandro, il preside della facoltà di Scienze della formazione del “Suor Orsola Benincasa” Enricomaria Corbi, il direttore del dipartimento di Scienze motorie e del benessere dell’università “Parthenope” Andrea Soricelli e la direttrice del dipartimento di Scienze sociali della “Federico II” Enrica Amaturo. Introduce Luigi Filadoro, responsabile scientifico di “Assemblaggi creativi”. A seguire, la proiezione del video documentario sull’intero progetto realizzato dai ragazzi del “Don Milani”, indirizzo artistico multimediale.

Nelle foto, in alto i bambini della classe II A del 38° circolo didattico "F.Quarati", al centro, i ragazzi prima della mostra finale con Luigi Filadoro nella prestigiosa Collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli\ ilmondodisuk.com
Nelle foto, in alto i bambini della classe II A del 38° circolo didattico “F.Quarati”, al centro, i ragazzi prima della mostra finale con Luigi Filadoro nella prestigiosa Collezione Farnese del Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Portare il bello a chi di bello vede molto poco è lo scopo dell’iniziativa, nata dall’esigenza di fare una didattica coinvolgente, capace di attivare e generare idee, connessioni con altri contesti, avvicinare i ragazzi all’arte in modo costruttivo e non solo contemplativo. Una nuova idea di fare scuola consapevole del ruolo fondamentale che l’educazione all’arte svolge per lo sviluppo cognitivo, emotivo e sociale dei bambini.
Un progetto innovativo dell’associazione culturale “Étant donnés”, presieduta da Luigi Filadoro, realizzato in collaborazione con l’università degli studi di Napoli “Parthenope”, la “Federico II”, il “Suor Orsola Benincasa”, il servizio didattico del Mann e il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania. Media partner “ilmondodisuk”.
Tante le scuole in rete. Il liceo statale “Don Lorenzo Milani”, il 38° circolo didattico “F. Quarati”, il 48° circolo “Madre Claudia Russo”, il 69° circolo “S. Barbato”, l’istituto comprensivo “46° Scialoja Cortese”, IC “47° Sarria Monti”, IC “49° Toti Borsi Giurleo”, IC “83° Porchiano Bordiga” e IC “1° De Luca Picione-Caravita” di Cercola (Na). Oltre quattrocento i bambini e gli adolescenti coinvolti, tra cui molti minori rom provenienti dagli insediamenti spontanei dei quartieri Barra e Ponticelli.
Formare le nuove generazioni alla creatività non è solo insegnare a disegnare. E’, soprattutto, aiutare a inventarsi, a sviluppare e sperimentare la creatività in qualsiasi settore. “Assemblaggi creativi” è un progetto con cui l’arte va a scuola e diventa scuola per i bambini, per formare i cittadini di domani. Insegnare ad avere rispetto, godimento estetico per quello che c’è intorno a noi, aiuta a ricostruire il senso di comunità, appartenenza, partecipazione. L’allievo non solo esplora e conosce, ma trasforma le conoscenze acquisite in un progetto nuovo. L’arte diventa possibilità di trasformazione.

“Assemblaggi creativi. Bambini e ragazzi con Joseph Beuys al Mann”
Dal 5 al 10 aprile al Museo Archeologico Nazionale di Napoli – Collezione Farnese
piazza Museo Nazionale, 19
tel. 081 442 2149
  http://www.coopculture.it/heritage.cfm?id=73

Associazione culturale “Étant donnés”
Via Tasso, 175 bis 80127 Napoli
Tel. 0817618031 – 360386886
associazionetantdonnes@pec.it