Come si evince dal CV il mio è un percorso professionale che viene da lontano. Sono figlio di sarti, mio nonno era sarto e ho avuto la fortuna di avere dei genitori che, oltre all’amore, mi hanno saputo trasferire anche le conoscenze, il mestiere e la passione per il lavoro.

Mio padre ancora oggi lavora nella sartoria di famiglia, appunto Sartoria Saccone, insieme a mio fratello e la mia unica sorella, riprova che
la nostra è una cultura della sartoria napoletana che si tramanda da generazioni.

Io entro in fabbrica da ragazzino, a 17 anni (a quell’epoca lavoravo con Cesare Attolini), ed è da l che la mia formazione si arricchisce con la conoscenza sistematica di tutte le fasi industrializzate della confezione in serie della sartoria. Progressivamente, crescendo a livello professionale, sentivo sempre di più l’esigenza di completare la mia esperienza pratica con il supporto di una formazione tecnica che fosse di alto livello, da qui la fortuna di venire a conoscenza dell’Accademia della Moda nella persona di Michele Lettieri, ancora oggi mio caro amico, e di alcune persone che negli anni hanno accompagnato il mio percorso professionale.

Per anni, avendo in fabbrica lavorato per grosse griffe della moda (Armani, Hermes, Valentino ecc ),
il mio ruolo in azienda era, in quel momento, industrializzare appunto questi prodotti, ossia rendere fruibile per la lavorazione, le metodologie e le informazioni necessarie a far s che il capo finito rispondesse ai parametri qualitativi e di produttivit  richiesti.

Avevo imparato dai vari manager che si erano avvicendati in azienda la pratica necessaria per poter applicare i tempi e metodi,
tuttavia al di l  della pratica, sentivo il bisogno di approfondire di più questa materia. Anche in questo caso, frequentando un corso triennale all’Accademia della Moda ho avuto modo di ampliare enormemente le competenze specifiche che questa materia richiede. Da l si è aperta ai miei occhi una comprensione e una dimensione del settore Moda molto più ampia, che mi ha fornito gli elementi che poi mi avrebbero portato a diventare il manager di oggi.

Ho sempre avuto la passione per l’approfondimento di nuove tematiche,
e credo che il segreto per i giovani che si affacciano nel mondo della moda e alle specializzazioni ad essa connessa è comprendere la fondamentale necessit  di affiancare alla pratica una formazione tecnica solida. Ecco, in questo per me l’Accademia della Moda è stata molto importante come supporto professionale alla mia carriera.

Il bello della ciclicit  della storia, proprio mia figlia Marianna quest’anno si è iscritta ad un corso dell’Accademia della Moda, perch anche lei ha la passione della moda.

Ringrazio con stima e affetto tutte le persone che ho conosciuto all’Accademia della Moda e in particolar modo il mio amico Michele Lettieri.
L’Accademia è per me, ancora oggi, un riferimento valido anche per il reclutamento di personale qualificato da inserire in azienda.

*ex allievo