Cinema d’autore a ingresso gratuito dal 29 ottobre al 1 novembre: succede a Napoli nella sala dell’Academy Astra che ospita la seconda edizione di Omovies, festival del cinema omosessuale ideato da Carlo Cremona e Marco Tagliatela con l’associazione i Ken, realizzato in collaborazione con la Mediateca Santa Sofia e l’assessorato alle politiche giovanili del comune di Napoli.
Se l’intolleranza è frutto dell’ignoranza, l’arma per combatterla non può essere che la cultura e il nostro cinema, ricco di storie e di talenti, è un ottimo veicolo di dibattito e conoscenza del mondo.

Spazio dunque ad alcune tra le migliori pellicole italiane per quattro giorni di proiezioni e incontri con i protagonisti del cinema: si parte questa sera, ore 18.00, con Una giornata particolare di Ettore Scola, storia ambientata in epoca fascista di Sofia Loren casalinga frustrata e Marcello Mastroianni nel ruolo di un omosessuale in partenza per il confino. A seguire i saluti del sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino che ha dichiarato: ” un impegno, questo del Comune, non nuovo. Un impegno che ritengo doveroso perch per la nostra carta costituzionale è fondamentale il principio del rispetto pieno ed assoluto della dignit  di ogni persona umana. Per il riconoscimento di tale principio, che in questo momento nei confronti dei transessuali, dai gay e delle lesbiche è stato più volte violato, siamo disposti ad impegnarci fino in fondo”.

Testimonial della manifestazione, che si conferma il più importante evento gay del sud Italia, sono l’ex deputata parlamentare Vladimir Luxuria e il regista napoletano Pappi Corsicato a cui è dedicata una retrospettiva.

Il Concorso di Cortometraggi, in collaborazione con la Mediateca Santa Sofia di Napoli, sar  protagonista dell’ultima giornata del Festival (1 novembre, dalle ore 20) durante la quale verranno proiettati i venti cortometraggi selezionati dagli organizzatori, e premiati dalla giuria composta da Luxuria, Sandro Dionisio (regista), Cristina Donadio (attrice), Claudio Grimaldi (sceneggiatore e casting), Claudio Finelli (critico), Francesco Napolitano (Mediateca Santa Sofia), e Cristina Gramolini (Arcilesbica). In palio il Premio Omovies, per il miglior cortometraggio a tematica omosessuale e questioning, il Premio Mediateca Santa Sofia, a un lavoro da proiettare all’interno della rassegna napoletana o Curt, e il Premio Arcilesbica.

Un omaggio al nostro cinema, un’occasione per dibattere e parlare dll’omosessualit  anche alla luce dei fatti di cronaca che di recente hanno interessato Napoli e non solo. Un festival per riconoscersi, nel segno dell’arte.

Academy Astra, via Mezzocannone 109

Il programma completo su www.omovies.it

Nell’immagine la locandina del festival