l’unico evento dedicato esclusivamente alla comunicazione in Campania ed è l’ unico concorso al mondo nel settore per specificit  e strutturazione l’OpenartAward Premio alla Pubblicit  , uno fra i premi più ambiti d’Italia. Eccellenza napoletana che contribuisce, in un momento per tanti aspetti buio della nostra citt , a ridare speranza e fiducia soprattutto ai giovani. Saranno le sale del Pan (Palazzo delle Arti di Napoli) a ospitarlo sabato 27 settembre, a partire dalle 17 (la serata sar  condotta dall’attrice Kiara Sinonelli).
Ideato e organizzato da Openart Napoli, istituto che da più di 14 anni svolge a Napoli corsi di alta formazione per la grafica pubblicitaria e la comunicazione visiva, OpenartAward giunge alla sua terza edizione con il patrocinio del Comune di Napoli, Regione Campania e ministero dello sviluppo economico, in collaborazione con NapoliFilmFestival, ArtistiInVetrina, Cartiere Fedrigoni e Pixartprinting.
Federico Donatelli e Mariella Fittipaldi, ideatori e organizzatori del premio, durante la conferenza stampa di presentazione, si sono soffermati sulle caratteristiche principali che rendono questo contest unico nel settore. Fra gli aspetti più rilevanti del concorso, la composizione della giuria, interamente costituita da studenti dei corsi di grafica e comunicazione visiva. Si è creato, in tal modo, un altro momento importante per la formazione professionale degli allievi e un ponte concreto tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro. Ed è questa particolare caratteristica a renderlo singolare. Gli allievi potranno confrontarsi con i lavori di professionisti e aziende leader nel settore e grandi professionisti potranno testare, al tempo stesso, la loro capacit  professionale e la propria creativit  comunicativa su un campione molto specifico e particolarmente attento alle evoluzioni delle tendenze della grafica. I creativi di domani valutano i creativi di oggi.
OpenartAward rappresenta un momento di promozione e di crescita per i partecipanti. E anche un pretesto, un’occasione per evidenziare quanto l’enorme potenzialit  del settore della comunicazione possa essere da traino commerciale per l’economia. A maggior ragione nella nostra citt  che ha necessit  di guardare avanti, di riprogettare un avvenire, facendo tesoro dei punti di forza della sua tradizione migliore, accogliendo e metabolizzando le sfide del terzo millennio.
Durante la manifestazione sono previsti incontri e iniziative collaterali, per offrire maggiore visibilit  alle agenzie partecipanti, migliorare il contatto tra gli studenti e le aziende, e favorire sinergie tra le agenzie di comunicazione partecipanti.
I lavori in concorso saranno 305, le aziende in gara oltre 40 e provenienti da tutta Italia, i brand coinvolti 215. Questi soli, crudi numeri, mostrano quanto l’iniziativa sia rilevante. A Napoli, che guarda troppo spesso solo al suo passato, e percepisce il suo presente con disperante pessimismo e sconforto, manifestazioni come questa lasciano intravedere una nuova speranza. Che OpenartAward sia, dunque, un modello da imitare.

In foto, aziende che partecipano all’iniziativa e il manifesto del Premio