Per la sua saletta rossa sono passati i più grandi nomi della lettteratura del ‘900 e può fregiarsi del titolo di "monumento nazionale". E’ la storica libreria Guida a Portalba (Napoli). Il proprietario (ed editore) Mario Guida ha presentato oggi le iniziative e le nuove proposte letterarie.

Tra le iniziative, un posto d’onore lo merita "Leggiamoci fuori scuola" che, quest’anno, spegne la dodicesima candelina e, dopo aver coinvolto le scuole di tutta la Campania, potrebbe approdare a Roma. E’ Angela Procaccini, dirigente scolastico dell’istituto nautico Duca degli Abruzzi e anima del progetto, a spiegare la formula del successo dell’iniziativa. "In un mondo dominato da Internet e videogames, portare i giovani alla lettura è compito arduo. Il nostro approccio è stato l’esaltare il protagonismo dei ragazzi, che hanno risposto positivamente alle proposte cartacee". Un progetto che allunga le sue radici nel sociale, da sei anni, a Nisida. "Abbiamo reso protagonisti positivi anche i minorenni detenuti, facendo esprimere loro il malessere e la tristezza che li affliggono". E a loro è anche dedicato il volume, pubblicato solo per l’istituto, "Racconti per Nisida".

Non solo sociale, ma anche la tutela dell’ambiente con il progetto "Il valore degli alberi". Per ricordare le zone di verde e la loro importanze per la vita e la salute della comunit . Un ciclo di cinque incontri che partir  da febbraio 2011.

Fitto, poi, il catalogo delle nuove uscite. Tra titoli gi  in libreria e altri pronti ad arrivare tra gennaio e aprile. Titoli come "Milano-Napoli prove di dialogo federalista" di Luca Meldolesi o i nuovi volumi della collana "autentico falso d’autore" con la lettera di Giacomo Leopardi a Roberto Benigni e la sceneggiatura ritrovata del "Riccardo III", film mai fatto del grande Orson Welles. Senza tralasciare la buona tavola, "ci siamo dati alla pappa" scherza l’editore Guida, con "Alla tavola delle feste" di Anna Franca Freda e "I sapori della cucina vesuviana" di Emilia Capasso. Tra i titoli in arrivo, altri due "falsi d’autore", un Confucio e un Campanella, ma anche la storia, vera, di don Luigi Merola raccontata da lui stesso in "Il cancro sociale: la camorra". E i libri, tra gli altri, di Bassolino e Aldo Masullo.

E una piccola, possibile anteprima annunciata dall’editore: "la ristampa di "Una libreria per la citt  Guida"". Ma, "un progetto a lungo termine".

Nella foto (di Maria Volpe Prignano) la libreria Guida Portalba