A un avventore casuale la galleria vuota apparirebbe non attiva, nessun quadro alle pareti, nessuna scultura, nemmeno un video o un audio da seguire. Succede venerd 25 a partire dalle 19.00 alla galleria Overfoto che ospita il progetto di Neal Peruffo A onE (Art on Earth) un’evoluzione nella fruizione dell’arte e nella sua produzione, basato tutto sull’interazione tramite web.
Spiega la curatrice Diana Gianquitto “Net relational (land/urban) art una creativit  che si serve del Web, e in particolare di ricostruzioni 3D di opere di land o urban art in Google Earth, per innescare azione, partecipazione, interazione in una parola relazione con il pubblico, come fine ultimo e materia costitutiva prima del proprio esistere. L’opera(zione) d’arte A onE di NeAL è non un oggetto, non un sito e non (meramente) una serie di immagini virtuali (come invece Second Life e gran parte dell’arte sinora con essa sperimentata), ma è propriamente per dirla con le parole di Fred Forest, tra i padri fondatori della ricerca artistica che agisce su questi binari – un dispositivo relazionale innescante una serie di processi e interazioni in seno al corpo sociale, e sono proprio questi a costituire il lavoro”.

La relazione, gesto antico del linguaggio sociale, si declina nei canoni contemporanei della comunicazione digitale. Riunisce le persone in un luogo dell’arte, la galleria, ma questa volta l’opera è ancora tutta da generare e coinvolger  chi di solito si limita a guardare e a produrre giudizi su ciò che vede.

Ecco perch ai visitatori è chiesto di munirsi di laptop predisposti per la connessione Wi-Fi, piattaforma indispensabile al lavoro quotidiano, invisibile filo che lega tutte le case e tutti gli utenti.
A onE project arriva al suo lancio ufficiale presso la Galleria Overfoto dopo l’incontro con l’artista NeAl di gioved 17 febbraio presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’incontro era a cura di Franz Iandolo e Diana Gianquitto, organizzato in collaborazione con il Corso triennale di Nuove Tecnologie dell’Arte e con la Cattedra di Tecniche dei Nuovi Media Integrati dell’Accademia di Belle Arti di Napoli.

A proposito di Accademia, domenica porte aperte, con le attivit  didattiche per bambini a partire dalle 11 e alle 12 e la danza di Gabriella Stazio alle 12. Alle 11 è possibile partecipare alla visita guidata della mostra di Augusto Perez (ingresso grautito).

Per saperne di più
www.overfoto.it
www.aomeproject.com
www.overfoto.it

Nell’immagine, il logo di Enzo Calibè per A onE