Una mostra di Natale, foriera di speranze, buoni auspici e tanta buona ventura; parliamo dell’evento espositivo ” ‘A bbona ciorta”, la personale dell’artista Rosa Panaro a cura di Clorinda Irace, realizzata negli spazi del Pan in occasione della quinta edizione di “Natale a Napoli- Percorsi di luce 2013”.
La mostra ripercorre verticalmente tutta la produzione iconografica di Rosa Panaro dal dopoguerra a oggi selezionando in particolar modo quei lavori, e ne sono tanti, che ricordano l’attaccamento del popolo partenopeo ai simboli apotropaici e beneauguranti. Negli anni ’70 Rosa Panaro è stata l’artista donna che ha liberato le donne con le sue figurine di donne angelo, alate, pronte a spiccare il volo e allontanarsi dal conformismo di una vita gi  tracciata sotto il segno della sottomissione e della pazienza. Ha sperimentato l’uso di nuovi medium visivi e soprattutto il riuso di materiali di scarto.
Al centro di una delle sale una imponente colonna istoriata attira a s l’attenzione dello spettatore. Ispirata alla marmorea Colonna Traiana, la colonna della Panaro è in effimera cartapesta e illustra i personaggi del presepe napoletano contadini, artigiani, venditori, gente comune nella loro quotidianit .
Nella stessa sala è stata esposta l’opera culmine dell’evento, “360 giorni e nomi dell’anno”, l’unica pensata site specific per il Pan una sorta di enorme calendario a parete costituito da 360 cuori sacri che ricordano gli ex-voto, ognuno dei quali porta inciso sulla terracotta il nome del Santo di riferimento. E cos Francesca, Giovanni, Maria, Pasquale etc, tutti i santi viventi che ogni giorno combattono per vivere, potranno identificarsi ognuno nel proprio nome, in una sorta di gioco che abbraccia la sacralit  cercando di sdrammatizzarla, un po’ alla napoletana.
Un’altra piccola sala è dedicata alla proiezione di un filmato girato in un luogo incantato, pieno di fascino,creativit , percorsi, lavori, simboli dell’arte e dell’incontro tra le arti. La casa di Rosa Panaro e Tony Stefanucci. Per il resto, la mostra si arricchisce di salamandre, melograni e altri elementi beneauguranti, quadri presepiali, angeli protettori, tutti simboli che ergono l’arte a faro nel buio, punto di partenza, rinascita e speranza.
«Questa è una mostra che avevo nel cuore da tempo- afferma Panaro – e avevo gi  proposto il progetto qualche anno fa in assessorato ma soltanto ora si sono create le “buone condizioni” per dare forma alla mia idea. Il titolo, a bbona ciorta, oltre a sintetizzare una delle matrici più forti dei miei lavori nel corso degli anni e a portare buon auspicio a questo popolo che di fortuna ne ha bisogno, eccome, è stato scelto per portare buona fortuna innanzitutto a me e a tutte le donne artiste che come me sono state escluse dal circuito espositivo di Metro Napoli».

“A bbona ciorta” è un progetto culturale autofinanziato.
Come segno tangibile della mostra e buon augurio per il 2014 alle porte, l’associazione no profit “Tempo Libero” promotrice della mostra, realizzer  un calendario con le foto delle opere esposte attraverso il crowdfounding, una pratica che si va diffondendo anche in Italia permettendo di contribuire a un progetto attraverso la donazione di tante piccolissime cifre, importanti linfe vitali per l’arte e la cultura in un momento storico in cui non è sempre possibile poter contare sulla disponibilit  del sostegno pubblico. Il calendario porter  i nomi di tutti coloro che hanno sostenuto economicamente il progetto e coloro che acquisteranno almeno tre quote riceveranno un piccolo cuore di ceramica dell’artista, ispirato all’opera “360”. A completamento del progetto, il calendario sar  distribuito in cambio di un equo contributo utilizzato per dar vita a un progetto d’arte nella Terra dei fuochi, tanto cara all’artista, nativa di Casal di Principe.

La mostra è aperta al pubblico fino al 9 gennaio 2014.

PAN/palazzo delle Arti Napoli
Palazzo Roccella, via dei mille 60
Info e contatti 081 7958633
www.palazzoartinapoli.net

forum@palazzoartinapoli.net

Per info su quote e modalit  di donazione, clicca
http//www.produzionidalbasso.com/pdb_3176.html
Contatti info@associazionetempolibero.it

luned 23 dicembre 2013

GIOVEDI’ 9 GENNAIO ALLE 18,30 AL PRIMO PIANO DEL PAN
FINISSAGE DELLA MOSTRA A BBONA CIORTA

Presentazione del calendario/catalogo dedicato alla terra dei fuochi. Testi di Nino Daniele, Clorinda Irace, Gabriele Frasca, Donatella Gallone, Ugo Piscopo, Maria Roccasalva.Letture di Antonella Stefanucci, Video di Tina Sciarappa.

Agli ospiti sar  offerto un bab  della pasticceria Emilio di Casal di Principe, realizzato per questa mostra. Rosa Panaro è nativa di Casal di Principe e, come             6          la pasticceria Emilio, rappresenta una delle eccellenza di quel territorio.

Nelle foto, l’nstallazione “360 giorni e nomi dell’anno”, l’artista con le sue salamandre e i melograni. Gli scatti sono di Nando Calabrese