Per la prima volta al teatro San Carlo “Il cappello di paglia di Firenze” di Nino Rota. Dal 10 al 13 maggio al teatro San Carlo sarà in scena, infatti, la farsa musicale in quattro atti di Nino Rota su libretto del compositore, scritto con sua madre Ernesta Rinaldi. Sul podio dell’Orchestra e del Coro del San Carlo salirà Valerio Galli. La regia di Elena Barbalich, in un allestimento che vede uniti la Fondazione Lirico Sinfonica Petruzzelli e Teatri di Bari.
Tratto dalla commedia Le chapeau de paille d’Italie di Eugene Labiche e Marc Michel, “Il cappello di paglia di Firenze” (foto) arriva al Lirico napoletano con interpreti: Pietro Adaini e Filippo Adami ( che si alterneranno nel ruolo di Fadinard), Gianluca Buratto e Domenico Colaianni ( nei panni di Nonancourt), Anna Malavasi ed Eufemia Tufano ( la baronessa di Champigny, Zuzana Markova ( nei panni di Elena), Bruno de Simone e Matteo D’Apolito( Beaupertuis), Anna Maria Sarra e Fulvia Mastrobuono (Anaide), Dario Giorgelè (Emilio), Marco Miglietta ( lo Zio Vézinet), Danela Mazzucato ( modista), Roberto Covatta (Felice), Massimiliano Chiarolla (Achille di Rosalba).
Scritto nel 1945 e andato in scena nel 1955 al teatro Massimo di Palermo, fu ripreso alla Piccola Scala di Milano con la regia di Strehler nel ’58, nel 1987 a Reggio Emilia con la regia di Pierluigi Pizzi.
La trama dell’opera è ambientata nella Parigi del vaudeville, con paradossali equivoci, colpi di scena e lieto fine accompagnati dal linguaggio musicale di Rota, caratterizzato tra l’altro dalla maestria nell’utilizzare travestimenti, parodie e citazioni musicali di Mozart, Mascagni e Rossini.
Con un’opera a torto considerata anacronistica, Rota attraversa il nostro tempo riuscendo quasi a fare il verso agli stilemi del grande dramma italiano, offrendoci una nuova visione di cosa possa considerarsi modernità.
Nell’allestimento in scena al teatro San Carlo, la regia è a cura di Elena Barbalich, che nel 2011 per Opera Lombardia ha già curato la regia de Il Cappello di paglia di Firenze, replicato poi nel 2014 al Teatro Petruzzelli di Bari.
Nel 2015 ha realizzato la messinscena de Le nozze di Figaro al Teatro Regio di Torino e di Juditha triumphans  al Teatro La Fenice di Venezia. Nell’autunno del 2017 ha messo in scena Rigoletto per il Circuito Lombardo. La direzione sarà di Valerio Galli, che torna a Napoli dopo avervi diretto la Boheme e al Regio di Parma, e reduce dai successi della Tosca al Teatro Massimo Bellini di Catania, Madama Butterfly a Tolone, Turandot a San Diego.
Gli impegni futuri prevedono, tra gli altri: L’elisir d’amore a Tolone, Tosca a Brescia, Cremona, Como, una serie di concerti con l’Asociciòn Amigos de la Opera de Mahòn a Minorca e a Padova con l’Orchestra di Padova e del Veneto.
Per saperne di èiù
http://www.teatrosancarlo.it/

Giovedì 10 Maggio 2018, ore 20- turno A
Venerdì 11 Maggio 2018, ore 20 – turno C\D
Sabato 12 Maggio 2018, (doppio spettacolo) ore 17 – turno B /21
Fuori Abbonamento
Domenica 13 Maggio 2018, ore 17 Turno F