Furbetti d’Italia nei decenni hanno sperperato risorse. In una Europa messa in ginocchio dalla crisi econica l’esercito di chi approffita dei soldi pubblici ha un respiro infinito. Ma c’è ancora  per fotuna chi continua  a credere in  un presente e futuro generoso con  chi ha spirito d’iniziativa e capacità di progettare. Persone oneste che scommettono su  se stesse e cercano anche  nuovo ispirazione  per finanziarsi. Così cominciano a diffondersi anche in  italia  metodi e soluzioni  che hanno già radici robuste, per esempio, negli Stati Uniti. Il crowdfundung (finanziamento collettivo su rete) e il fundraising (raccolta di fondi).
Anche qui nel Mezzogiorno può essere un  itinerario da intraprendere. Nasce, così, la scuola di Fundraising del Sud. Obiettivo: portare in breve tempo il fundraising  ad un costo accessibile, mantenendo alta la qualità e soprattutto l’applicabilità nei contesti specifici delle organizzazioni. L’iniziativa sarà presentata alla Camera di Commercio in via Sant’Aspreno 2 a Napoli, venerdì 10 marzo, dalle 9,30.
Tra  i promotori, Valeria Romanelli e Antonio del Prete, spiegano: «Spesso ci siamo chiesti se anche al Sud la sfida del fundraising fosse davvero possibile; la diversa situazione economica di questa parte del Paese a volte sembrava un forte deterrente, probabilmente anche a causa di una dipendenza dall’assistenzialismo pubblico ancora molto spinta. Eppure proprio dal Mezzogiorno d’Italia stanno venendo tanti esempi di associazioni e cooperative che mettono in moto un’economia nuova e virtuosa costruita dal basso. Dietro a molti di questi casi di successo c’è la forza delle rete, un senso di condivisione delle idee e dei mezzi che, in fondo, fa parte del DNA di noi meridionali».
Tutto si sviluppa dalla Scuola di Roma Fund-raising.it fondata nel 2005. Che ha erogato 450 corsi, formato oltre 5500 persone provenienti da circa 3500 tra organizzazioni e enti pubblici, realizzato corsi in partnership con oltre 50 tra istituzioni e reti e assistito decine di organizzazioni nello start up e sviluppo del proprio fundraising. Con la direzione scientifica di Massimo Coen Cagli.
In foto, la Camera di Commercio di Napoli
Per saperne di più
www.scuolafundraising.it