Al via la diciottesima edizione della stagione concertistica dell’Associazione Maggio della Musica, presieduta da Luigia Baratti e Sergio Meomartini. Dal suo nascere l’Associazione ha coniugato assieme musica e luoghi d’arte per far conoscere al pubblico musicale i preziosi scrigni di arte di cui è costellata la citt  di Napoli. In linea con questa mission la stagione che sar  inaugurata gioved 23 aprile avr  come sede di eccezione, il Salone Margherita, ubicato sotto la Galleria Umberto I. Il Salone che dal 1890 in poi è stato sede di comicit  d’autore con le rappresentazioni di Raffaele Viviani, Fregoli e Petrolini, dal 2005 ha ripreso le attivit  teatrali e di intrattenimento con grande successo, ma l’originale occasione di ambientare eventi musicali di cos grande prestigio, offrir  agli appassionati uno scenario di grande suggestione.
La direzione artistica è affidata al maestro Michele Campanella che da alcuni anni cura le stagioni del Maggio della Musica. Inaugurer  il cartellone il violinista Massimo Quarta che eseguir  con lo stesso Campanella un concerto interamente dedicato alle “Sonate” di Ludwig van Beethoven, tra cui la “Primavera” e la “Kreutzer”.

Grande spazio sar  dedicato al pianoforte e ai pianisti emergenti a cui il maestro Campanella, da sempre, dedica molta attenzione.

La pianista cilena Edith Fischer sar  in concerto il 29 aprile; a seguire Maurizio Zanini e Ratko Delorko con un recital monografico su Gershwin. Monica Leone si esibir  su musiche di Schumann e Liszt il 14 maggio.
esecuzione integrale dei lavori cameristici del compositore tedesco, distribuita in tre stagioni fino al 2017, con i solisti del Sestetto Stradivari, Ettore Causa, gli stessi Campanella e Leone (il 3 giugno e il 22 novembre 2015), e dal 2016 anche il Quartetto della Scala.
Tra gli ospiti del Maggio 2015 si annoverano inoltre l’Ottetto d’Archi dell’Orchestra della Toscana (20 settembre) e la voce di Furio Zanasi (21 maggio). Come da tradizione, si punta sui nomi più interessanti della nuova generazione quest’anno, il virtuoso del violino Roman Kim – che debutta a Napoli con brani di Paganini e Tartini (28 maggio)-, il Quartetto Prometeo -definito tra i più degni eredi del Quartetto Italiano (18 giugno)- e la russa Irina Kravchenko (25 giugno), vincitrice nel 2014 della prima edizione de “Il Maggio del Pianoforte”.

La seconda parte della stagione, dal 20 settembre, avr  come sede la Chiesa Anglicana di via San Pasquale. Ricchissimo il programma tutto dedicato al pianoforte nei mesi di ottobre e novembre.

Cultura, musica e passione questi gli elementi che determineranno, come sempre, la buona riuscita della stagione per gli amanti del genere e anche per chi da ora vorr  accostarsi alla musica di qualit  nei meravigliosi luoghi che la citt  conserva gelosamente.

Nelle foto, in alto, Michele Campanella e Massimo Quarta