La Giunta comunale di Napoli su proposta del sindaco Luigi de Magistris, ha conferito la cittadinanza onoraria ad Abdullah calan, quale pubblico attestato dei sentimenti di condivisione dei principi di democrazia, uguaglianza e libert  per il popolo curdo, al quale, si legge nelle motivazioni, la Citt  di Napoli «è legata da affetto, stima e amicizia».
Come si legge nella delibera «Abdullah calan è detenuto da 16 anni ed è un politico Turco di nazionalit  Curda, leader del PKK, il Partito dei Lavoratori del Kurdistan. Rappresenta la guida politica e spirituale del popolo curdo in quanto si è sempre battuto contro la repressione del suo popolo e per l’affermazione dei diritti umani e democratici, gravemente disattesi nel corso soprattutto di questi ultimi anni da politiche oppressive, brutali ed autoritarie».
«Questa lotta prosegue ancora la delibera – è diventata uno degli emblemi mondiali della resistenza alla sopraffazione autoritaria e sistematica verso donne, bambini e uomini e Napoli, Citt  multietnica, dell’accoglienza e della Pace, è al fianco della battaglia di libert  del Popolo Curdo, cos come persegue i valori dell’autodecisione dei Popoli, contro il soffocamento delle minoranze etniche, religiose, linguistiche o di qualsiasi altra natura».
E aggiunge«Recentemente è stato sottoscritto anche un accordo tra il sindaco di Napoli ed il CoPresidente del Cantone di Kobane per il riconoscimento del diritto universale all’autodeterminazione, al fine di sensibilizzare la comunit  nazionale ed internazionale allo sviluppo del faticoso, ma necessario, processo di Pace».

Nella foto, Abdullah calan, leader del PKK