A Pasqua, chi vuole sorprendersi con la cultura e l’arte, sceglie Napoli, citt  le cui fondamenta sono costruite sull’Ovo.
Dal 18 marzo e fino al 2 aprile numerosi gli eventi in programma.
Con l’arrivo della primavera e in attesa del prossimo Maggio dei Monumenti, si rinnova l’impegno dell’amministrazione comunale di Napoli di organizzare attivit  culturali per valorizzare l’immenso patrimonio artistico e immateriale della citt .
Da Piazza del Plebiscito, simbolo degli appuntamenti più importanti, al Convento di San Domenico Maggiore, al Complesso della Real Casa Santa dell’Annunziata con il suo suggestivo Succorpo passando per il Pan e la Casina Pompeiana, tra i luoghi scelti come palcoscenici per le iniziative.
In questa direzione è stato costruito il programma, con eventi e spettacoli promossi dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli da sempre in dialogo con le associazioni e gli operatori culturali e turistici.
Concerti, performance teatrali, reading, videomapping sui nostri monumenti per ampliare sempre più la conoscenza dei luoghi più belli e far emergere i talenti locali in dialogo con quelli nazionali e internazionali.
Si comincia venerd 18 marzo alle 18.30 nella chiesa di San Ferdinando con lo Stabat Mater di Pergolesi Paisiello. Con Clarissa Denise Costanzo ( soprano), Daniela Salvo (mezzosoprano), Giuseppe Armando Valentino (tenore), Francesco Esposito (basso) e l’ Orchestra Cllegium philarmonicum diretta da Gennaro Cappabianca. L’evento è curato dall’Arciconfraternita di San Ferdinando di Palazzo di Nostra Signora dei Sette Dolori.

Per saperne di più

www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/29523

Nella foto, la chiesa di San Ferdinando