L’arte tra l’arte. Fino al 5 dicembre la galleria Alfonso Artiaco (Piazza dei Martiri 58, Napoli) ospita la personale dal titolo “…tra…” di Giuseppe Penone. Per la quarta esposizione nella galleria napoletana (la prima nel 1988, e a seguire nel 1996 e 2003) l’artista ha realizzato un progetto site specific costituito in una riflessone sui processi naturali di metamorfosi tra l’uomo e la natura.

Penone torinese di origine, nato nel 1947, protagonista dell’arte povera, promuove l’utilizzo di materiali naturali e poveri per indagare su i vari e diversi rapporti che intercorrono nella natura e come essi possano esser modificati in relazione all’uomo-artista. Molte sono le opere nate dal connubio tra elementi naturali e scultorei, tra cui i grandi alberi in parte veri in parte in bronzo, nel museo-castello di Rivoli; o le pietre naturali e le pietre gemelle scolpite, nell’opera "Essere fiume" del 1981, e cos via.

In esposizione un’opera esempio di questo connubio tra la natura e l’elemento scultoreo del bronzo: i tronchi d’albero, una costante del suo fare arte e dall’artista definiti “materia stessa del proprio lavoro”, e il bronzo, segno dell’intervento artistico, che grazie alle sue propriet , assume colori nella sua patina dei vegetali, patina determinata dagli agenti atmosferici come per la colorazione dei vegetali.

La natura diventa opera d’arte e la scultura di naturalizza. La mostra è accompagnata da fotografie, disegni e annotazioni che documentano e raccontano le parti di un processo che in fine diviene scultura. Nello studiare i processi naturali, Penone in qualche maniera sfida madre natura rendendo immortali i suoi alberi e le sue piante fermando gli stessi processi di crescita e morte. Bloccare il tempo, immobilizzare in un attimo un percorso di crescita durato anni, immortalare per sempre una cosa destinata a finire, in fin dei conti è l’obiettivo e la meta di ogni artista.

Nelle foto, alcune opere dell’artista

Entrata libera

Orari: da luned a sabato ore 10-13,30 e 16-20

(possono variare, verificare sempre via telefono)

info@alfonsoartiaco.com

www.alfonsoartiaco.com