Chi mangia sano sta  meglio. E soprattutto chi  fa della Dieta Mediterranea il  suo punto di rifermento quoitidiano. Riconosciuta nel 2010 dall’Unesco come  bene protetto nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità, sarà protagonista dell’incontro di  martedì 10 ottobre, dalle 16 alle 19, alla cartolibreria A-Store Srls di Via Port’Alba.
Uno spazio importante per la città, che affaccia lungo la strada dell’antica porta della città che accoglierà specialisti, giornalisti e tecnici, nonché l’assessore all’istruzione del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri.
 Spiegano i cugini Amodio, titolari del  negozio: «Sarà una giornata davvero importante per poter sensibilizzare e informare poiché l’obesità grave riduce le aspettative di vita di quasi quindici anni e secondo gli ultimi dati proprio la Campania è la regione con la percentuale più alta di obesi».
Il convegno rientra nelle iniziative lanciate per l’Obesity day, giornata di informazione e sensibilizzazione che verrà celebrata in contemporanea in varie piazze italiane e nelle scuole.
L’epicentro partenopeo sarà Piazza Dante (e dintorni) per la diciassettesima edizione dell’evento promosso dall’Associazione italiana di dietetica e nutrizione clinica (Adi). Dalle 10 alle 17 si svolgerà la giornata del paziente: medici, biologi, dietisti e psicologi daranno gratuitamente informazioni e consulenze, garantendo valutazioni del grado di sovrappeso e individuando percorsi terapeutici nutrizionali ad hoc.
Tra gli esperti che partecipano: le biologhe nutrizioniste Patrizia Cusano e Cristiana Di Giacomo, Patrizia Zuliani; il presidente emerito international council on monuments and sites, Maurizio Di Stefano; il dirigente ccolastico 36° Circolo Luigi Vanvitelli Napoli Ida Francioni; il direttore del corso di perfezionamento in igiene alimentare, nutrizione e benessere dell’Università Federico II di Napoli Maria Pia Mollica; il direttore della scuola di specializzazione in Medicina dello Sport dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, Marcellino Monda.
In alto, un piatto di pasta al pomodoro, simbolo della dieta mediterranea