La forza della creativit  contro la violenza. In un quartiere “difficile”. E’ questo il senso di “Percorsi d’arte, progetto di riqualificazione urbana e di formazione culturale e professionale promosso dal Comune di Napoli, elaborato e curato dalle associazioni I Teatrini, 180 Meridiano, Murcena Teatro e Teatri di Seta, e finanziato attraverso il bando nazionale “Giovani per la valorizzazione dei beni pubblici”, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale. E nell’ambito di questa iniziativa, venerd 19 febbraio, nel giorno dedicato alla giovane vittima della camorra, dalle 15 alle 20, doppio evento, allo spazio Comunale Piazza Forcella (in via Vicaria Vecchia 23) un libro per Annalisa Durante e l’inaugurazione della mostra fotografica Il rione Sanit .
Una chiamata alle arti per tutti i napoletani, scrittori e non portare o inviare alla "Biblioteca Annalisa Durante", nello spazio di Piazza Forcella, qualche copia di libri anche autografati, con un pensiero per Annalisa.
Alle 18.30 si aprir  la mostra "Il rione Sanit " . Racconto per immagini dello storico quartiere napoletano, delle sue vie e del suo passato e presente realizzato dai dodici allievi del corso di fotografia e fotogiornalismo tenuto da Luigi Crispino, Sergio Siano e Roberto Stella (curatori dell’esposizione). I fotoreporter Mariagiovanna Capone, Angelo Moraca, Massimo Caroelli, Emanuela Cervo, Federica Lamagra, Sofia Quarantelli, Annalisa Guida, Lorella Tripodi, Claudio De Falco, Ada Santasilia, Fiammetta Tarallo, Irene Angelino mettono a nudo l’anima delrione napoletano, nato “fuori le mura” come luogo di sepoltura, ma anche di degenza per gli ammalati per la salubritas dell’aria, da cui il suo attuale nome, “sanit “. Le foto saranno esposte fino al 20 marzo, tutti i giorni dalle 10 alle 18 (domenica riposo; gioved e sabato, dalle 10 alle 16).

Per saperne di più
0817957796 0817957797

www.percorsidarte.eu

Sopra, uno scatto di Claudio De Falco