Ragazzi che hanno voglia di dipingere la loro citt . Di darle il volto della storia, la luce dei colori, l’affetto delle loro origini. Sono i ragazzi che hanno partecipato alla settima edizione del concorso di pittura estemporanea tra l’antica chiesa di sant’Eligio e la leggendaria piazza Mercato, carica di secoli. Insieme ad altri napoletani che sentono scorrere nelle loro vene il senso dell’arte.
Oltre ottanta opere esposte ora all’Incubatore del polo orafo “La Bulla ” di via Duca di San Donato, 73 fino all’8 giugno (venerd mattina), quando la giuria composta da Danilo Ambrosino (Dafna home gallery) Antonio Bove(pittore), Donatella Gallone (ilmondodisuk), Linda Irace (Liceo statale artistico), Giuseppe Leone (Accademia di belle arti) assegner  i premi.
Per i senior, 400 euro andranno all’autore che si aggiudica il primo posto, 250 al secondo classificato, 150 al terzo. I primi due selezionati junior porteranno a casa materiale per dipingere offerto dal Consorzio Borgo orefici che insieme alle Antiche botteghe della zona (con il patrocinio di Comune, Provincia e Regione) organizza ormai da anni l’evento con la tenacia di chi crede fermamente nella rinascita del luogo.
A cinque minutii di passeggiata, in questi giorni, nella parte alta di via Duomo, nella chiesa di San Severo al Pendino, si può visitare anche la collettiva degli artisti che nell’inverno appena trascorso hanno esposto le loro opere dei negozi di questo angolo di citt , possibile “decumano del mare”. Scenario urbano di una Napoli che vuole riappropriarsi del ruolo di capitale europea.
Due iniziative, queste, cersciute nel tempo grazie all’energia di un tipografo che, con le sue arti grafiche, ha radici nel territorio, Vincenzo Falcone. E non si arrende al degrado del quartiere, lottando perch risplenda di nuova vita.

Ecco i nomi degli artisti che espongono nella chiesa di San Severo al Pendino(via Duomo 286) fino al 5 giugno (ore 9- 17.30)
Giovanni Ariano, Fortunato Danise, Felice Garofano, Angelo Iuliano, Pasquale Monaco, Paolo Napolitano, Laura Negrini, Maria Petraccone, Silvia rea, Lucio Romagnuolo, Remo Romagnuolo, Alma Sauro.

Nelle prime tre foto, in alto e in basso, i lavori esposti al centro "La Bulla". L’ultimo scatto(sotto) sulla destra propone un quadro della collettiva di San Severo al Pendino