La citt  è ormai pronta ad accogliere il Natale tra luci, decorazioni, mercatini e percorsi d’arte. Tra questi, non poteva mancare lo storico evento dell’ "arte in vetrina", ormai giunto alla sua XIV edizione. prevista per questo mercoled 16 dicembre, alle 11.30, la sua presentazione alla stampa negli spazi della “Mediterranea” di via Carlo De Cesare 60, con gli interventi di Enrico Panini, Claudio Pellone, Roberto de Laurentiis e Saverio Ammendola.
L’arte in vetrina, con l’esposizione di lavori artistici nelle vetrine del Mercato e degli Orefici di Napoli, si propone di arricchire l’offerta culturale di un quartiere intriso di storia, dove l’artigianato d’eccellenza è ancora oggi una sua nota distintiva, contribuendo al suo rilancio.
L’origine di questa tipologia di evento risale al 1955, quando si inaugurò un’esposizione nazionale d’arte che allora interessava le vetrine dei negozi commerciali di via Chiaia e via Roma. Allora, le strade erano gremite di gente che finiva per camminare strusciando lentamente i piedi sul selciato. Fu cos che per l’occasione la mostra venne denominata con l’espressione tutta napoletana di “struscio artistico”.
La tradizione è stata ripresa dall’associazione Storico Borgo Sant’Eligio, nella figura di Enzo Falcone che per anni ha dedicato tanta passione al percorso espositivo, ponendo in dialogo la tradizione artigiana con i differenti linguaggi dell’arte visiva.
Quest’anno la direzione artistica, affidata a Saverio Ammendola, presidente dell’associazione culturale Mediterranea, in collaborazione con la storica dell’arte Fedela Procaccini, oltre a invitare gli artisti ad aderire con entusiasmo all’esposizione, ha voluto presentare alcuni dei dipinti di quelli che furono i pittori chiamati a esporre nel lontano ’55 Giovanni Brancaccio, Antonio Bresciani, Alberto Chiancone, Carlo Striccoli, Carlo Verdecchia, Elio Waschimps. Cos, opere storiche si alternano a oggetti di artigianato del quartiere, accanto a lavori contemporanei e agli elaborati dei giovani studenti dei Licei Artistici Don Milani e Boccioni-Palizzi.
E venerd 18 dicembre, alle ore 18 è la volta del vernissage a cura di Laura Bufano e Umberto Franzese, alla scuola orafa “La Bulla” di via Duca di San Donato una serata dedicata all’incontro e all’arte, con una breve presentazione dell’evento e la sua evoluzione dall’antico “struscio” alla contemporanea Arte in Vetrina. Il tutto arricchito da assaggi di vino e golosit  rigorosamente per locali.
L’arte in vetrina gode del contributo del centro commerciale naturale delle antiche botteghe tessili di Piazza Mercato, del consorzio antico borgo degli orefici, della community del MLAT (Museo Laboratorio Arte Tipografica) e le associazioni culturali Mediterranea e TempoLibero.

Nelle foto, in alto, il dipinto "Lavandaie" di Alberto Chiancone che sar  proposto in vetrina e l’invito al vernissage