Un fresco vento astrattista attraversa la città di Benevento, diventata in questi giorni scenario di due eventi espositivi che hanno visto come protagonista il movimento pittorico Astractura e gli artisti che ne fanno parte. Dopo l’inaugurazione alla galleria sannita Arte Studio Gallery di Mario Lanzione, a distanza di pochi giorni, il vernissage della seconda mostra del gruppo nei suggestivi spazi medievali della Rocca dei Rettori nell’ambito della manifestazione Testimonianze storico-artistiche promossa da Arte Studio G/V in-out.

Astractura1

Astractura è un movimento artistico di stampo rigorosamente astratto-geometrico, fondato dieci anni fa dallo storico e critico d’arte  Rosario Pinto ed è oggi ben radicato in tutta Italia e in alcuni Paesi d’Europa. Linearismo, Cronotopia e Cinestetismo sono: “tre principi di indirizzo – spiega Rosario Pinto – che valgono come prospettive di orientamento e non come prescrizioni obbliganti o come disciplinari stilistici. Ciò consente agli artisti di avere la massima libertà creativa all’interno di un comune sentire identitario e di appartenenza”.
In mostra, variamente distribuiti nelle due sedi beneventane, le opere degli artisti: Francesco Gallo, Maurizio Bonolis, Antonio Minervini, Rosario Buccione, Carmen Novaco, Salvatore Starace, Angelo Bellani, Lucia Di Miceli, Salvatore Giunta, Fabio Massimo Caruso, Michele Marzo, Lorenzo Bocca, Helena Dombrowska.
Caratteristica del movimento è il costante dialogare con il pubblico attraverso una partecipazione costante a eventi di natura espositiva e non solo. La prossima tappa sarà ospitata negli spazi dell’Istituto di Studi sull’Astrattismo e L’Aniconismo di Nocera Inferiore. L’evento sarà anche occasione per dare spazio a interventi di riflessione teorica, la quale, come è giusto che sia, cammina a piè pari con l’esplorazione dei mezzi propri della creatività visiva.
In foto, istantanee dia due momenti espositivi
Per saperne di più
www.artestudiogallery.it