Un editore in pizzeria. Nuovo appuntamento nato dalla sinergia di Rogiosi con Trianon.  Giovedì 22  marzo alle 20, nel locale di via Pietro Colletta,  grazie al format Pizziamoci un libro. Ovvero lettori assorbiti dalla presentazione di un libro possono allo stesso tempo gustare pizza e bibita.
Protagonista della serata sarà la giornalista Francesca Scognamiglio Petino con la versione graphic novel del suo romanzo Gloss, illustrata da Rosa e Carlotta Crepax, nipoti del celebre Guido.  Sarà un confronto aperto ai lettori che dialogheranno con l’autrice sul racconto noir ambientato nel mondo della moda e della pubblicità. Sullo sfondo Napoli, New York ma anche Firenze e Parigi. Al termine, al prezzo simbolico di 10 euro il pubblico potrà gustare pizza, bibita e portare a casa una copia del  libro.
Gloss racconta la storia di Lola Forbest, ricca borghese di Boston, pubblicitaria di successo che custodisce un tremendo segreto. Viene trovata morta nel suo studio al 40esimo piano di un grattacielo sulla Quinta Strada di New York. Le indagini sono condotte dall’agente speciale Csi Miranda Brooklyn.

gloss| ilmondodisuk.com
Qui sopra, la copertina di “Gloss”. In alto, il forno della pizzeria Trianon

La pizzeria Trianon da Ciro prende il nome dal  famoso teatro  dove si  esibivano Totò, Macario e Nino Taranto. Dopo lo spettacolo gli attori venivano qui a gustare le pizze. Il locale, sempre aperto, tutti i giorni a pranzo e cena, si sviluppa su tre piani, ognuno con il proprio forno. Nasce a cavallo tra le due guerre mondiali; per sfamare il popolo  viene creata la pizza a ruota di carretta, con circa 35 cm di diametro, in grado di soddisfare l’appetito di un’intera giornata.
Oggi, nel menu, oltre alla Margherita e Marinara, molte varianti: con fiordilatte,  con mozzarella di bufala campana dop, con filetto di pomodoro, con uova, con funghi, alla romana, con prosciutto e funghi, con panna, con salsiccia e friarielli, con salsiccia e funghi.
Svetta la Gran Trianon da otto gusti, che non è mai la stessa, perché fatta con i prodotti freschi di stagione. Tutti gli ingredienti sono a marchio dop e provenienti dal territorio, fatta eccezione per i salumi. L’impasto ha una lievitazione di circa 12  ore.  Il Trianon oggi è anche a Salerno in piazza Flavio Gioia e a Sorrento. Anche in queste due sedi non si conosce  pausa.