Si apre la nuova stagione sportiva del progetto Polisportiva Laureus di Napoli. La Fondazione Laureus Italia Onlus, fondata nel 2005, opera all’interno delle periferie delle grandi citt  italiane.
Saranno coinvolti 270 bambini/ragazzi tra i 6 e i 18 anni in 7 aree urbane con 5 differenti discipline sportive basket, futsal, ginnastica artistica, judo e vela.
L’obiettivo di Laureus Italia è quello di sostenere minori a rischio di devianza utilizzando lo sport come strumento di supporto psico pedagogico. Le attivit  prevedono, oltre al coinvolgimento di allenatori, la presenza in campo di educatori e psicologi al fine di utilizzare la pratica sportiva come strumento per la realizzazione di obiettivi educativi.
Il soggetto non lucrativo di utilit  sociale pianifica e gestisce i progetti, monitorandone i risultati in collaborazione con centri di ricerca specializzati.

L’obiettivo è la costituzione di una comunit  socio sportiva capace di farsi carico dei minori più fragili.

A oggi la Fondazione è attiva a Milano, Roma e a Napoli, con 5 progetti e sostiene oltre 1500 bambini.
Spiega Giuseppe Ambrosini, vicepresidente della Fondazione Laureus «Questa è un’idea di Nelson Mandela, un grande, uno degli ultimi grandi uomini del nostro secolo. Colui che ha detto che grazie allo sport si unisce il mondo. Questo stiamo facendo qui a Napoli. Mettiamo a disposizione delle realt  sportive gli ambassador più importanti di tutte le categorie sportive, oltre a psicologi, esperti di sport, che si mettono a disposizione di questi bambini».
Le aree urbane di Napoli interessate saranno Forcella, Soccavo, Bagnoli, Avvocata, Scampia e Piscinola, con il coinvolgimento di 5 scuole, una cooperativa sociale e 7 societ  sportive con un costo complessivo annuale di 215 mila euro.«Questa è un’altra bella esperienza della nostra citt  dichiara l’assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, la Fondazione Laureus offre una importante opportunit  soprattutto per i bambini delle periferie. Un bell’esempio di come una cooperativa può mettere a disposizione la propria esperienza a disposizione delle scuole e dei quartieri più difficili».

Per saperne di più
www.laureus.it/polisportivanapoli

Nella foto, ragazzi imoegnati nello sport a scuola