Incantevole Positano, ma dietro la scenografia da cartolina c’è un paese che si anima di teatro, con la IX edizione del Positano Teatro Festival Premio Annibale Ruccello dal 29 luglio al 10 agosto cinque palcoscenici, 15 spettacoli e tre coproduzioni in prima assoluta nazionale.

L’evento, la cui direzione artistica è affidata a Gerardo D’Andrea, è stato fortemente voluto dal sindaco Michele De Lucia che, rieletto nel marzo 2010, lo ha ripristinato immediatamente, dopo alcuni anni in cui era stato messo da parte “il teatro di qualit  ci rende più vicini ai positanesi, che ci chiedono una programmazione culturale che vada oltre l’immagine da cartolina, – spiega De Lucia – e ci riempie di soddisfazione anche ciò che segue il festival, in particolare la possibilit  di sostenere giovani produzioni e animare cos la scena teatrale campana”.

E in un’ottica di espansione, quest’anno alle tradizionali location del Teatro Giardino di Via Pasitea, Montepertuso e Nocelle si aggiungono anche la Piazzetta della Chiesa Nuova e il Sagrato della Chiesa Madre. Ma il sindaco punta più in alto e anticipa “per la prossima edizione vogliamo spingerci oltre i confini di Positano”. Del resto il successo è costante e le prenotazioni si chiudono con sempre maggiore anticipo per esaurimento dei posti a sedere. Si alimenta cos un turismo qualificato “è un’occasione importante per far conoscere scorci, stradine, piazze e passeggiate di Positano, altrimenti messe in secondo piano rispetto alle zone a mare prosegue il sindaco e per prolungare la stagione, che adesso, anche nelle zone alte, prosegue fino ad ottobre inoltrato. Facendo crescere le strutture ricettive che in questi anni sono nate”.
Il 29 luglio, giorno dell’apertura, si terr  alle 18 la Cerimonia del “Carrello di Tespi” un carrello elettrico, partendo dalla Piazza dei Mulini e percorrendo le stradine dello shopping fin giù alla Spiaggia Grande, annuncer  ai positanesi ed ai turisti l’inizio della rassegna. A bordo l’attore Pietro Pignatelli declamer  “Zezeria e Pulecenella”, testo/omaggio a Positano scritto per l’occasione dal drammaturgo Enzo Moscato. A precedere il carrello 30 ballerine allieve della Scuola di Ballo Patty Schisa di Sorrento.

Il 6 agosto al Teatro Giardino la Serata di Gala per il Premio Annibale Ruccello, il drammaturgo di Castellammare di Stabia scomparso nel 1985 a soli 30 anni. Nelle scorse edizioni, il riconoscimento è stato assegnato, tra gli altri, a Isa Danieli, Spiro Scimone, Fausto Russo Alesi, Enzo Moscato. Quest’ultimo sar  protagonista di questa serata con la sua “Toledo Suite” spettacolo/concerto con video proiezioni firmate da Mimmo Paladino (ore 21). Il premio, una scultura realizzata da Sergio Fermariello in esclusiva per il festival, sar  consegnato dal Sottosegretario alla Pubblica Istruzione Marco Rossi Doria. Ingresso agli spettacoli gratuito fino ad esaurimento posti, prenotazioni allo 089 8122535.

Nelle immagini il programma della rassegna, il sindaco di Positano Michele De Lucia, il direttore artistico Gerardo D’Andrea e la piazzetta Flavio Gioia, che ospiter  l’inaugurazione.