Di scena la videoarte a Scafati. Domenica 22 aprile, con la rassegna “Posseduti dall’amore”curata da Stefano Taccone.
L’iniziativa rientra nel progetto Di.st.urb (distretto di studi e reklazioni urbane in tempo di crisi) realizzato all’interno del circolo culturale Ferro3. Obiettivo aggregare artisti, curatori, intellettuali radicati sul territorio e far emergere in tuttta la sua pienezza e, in tutte le sue sfaccettature il rapporto intercorrente tra il sentimento a more e la creazione artistica.
E’ in questo senso che va interpretata la volont  di perseguire questo scopo attraverso il video. Mezzo che più di ogni altro simbolizza , data la sua facile accessibilit  , la “democratizzazione” dell’arte e la possibilit  data a ognuno nella sua dimensione ordinaria di renderla straordinaria, assegnandole quel significato particolare che altrimenti non potrebbe raggiungere. Il video, in questo modo, diventa simbolo della possibilit  concessa a ciscuno di perseguire quello stato di particolare grazia e potenza, ai limiti delle facolt  umane, che chiamiamo “amore”.
Ecco gli artisti della rassegna Emanuela Ascari ⁄ Leone Contini ⁄ Tiziana Contino ⁄ Cinzia Delnevo ⁄ Rosaria Iazzetta
Valentina Lapolla ⁄ Liuba ⁄ Salvatore Manzi ⁄ MaraM ⁄ NoiSeGrup ⁄ Moira Ricci ⁄ Fabrizio
Sartori ⁄ Ur5o ⁄ Claudia Ventola ⁄ Ciro Vitale
. Le proiezioni iniziano alle 21.
Per saperne di più
Ciro Vitale T 339 43 93 098
infodisturb@gmail.com

Circolo Arci, Corso Nazionale 131 (primo Piano) – Scafati (Sa)

In foto, la locandina dell’evento

SETE TRITTICO PER UNA CIVILTA’ DELL’ACQUA
Il poeta D’Ambrosio incontra Zanotelli con esperti del settore. Gioved 19 aprile, ore 183- Domus Ars Chiesa San Francesco Delle Monache -(Via Santa Chiara 10, Napoli)
La poesia di Ariele D’Ambrosio si mette al servizio dell’impegno civile diventa contenuto emotivo e cornice d’accoglienza per un incontro che vedr  confrontarsi relatori esperti del sistema acqua. Ogni relatore analizzer  il tema acqua da varie prospettive il padre comboniano Alex Zanotelli su “L’acqua è la vita del mondo testimonianze per una civilt  dell’uomo”; lo psicologo Francesco Aquilar su “Quando d’acqua ce n’è poca societ  e solidariet “; l’epidemiologo Giorgio Liguori su “L’igiene dell’acqua cosa fare cosa non fare”; l’ingegnere esperto di infrastrutture idrauliche Luca Ciardiello su “L’acqua e il rispetto negato scorre ancora tra il cemento delle sue rive sotto il cemento delle citt “; l’ingegnere di origini egiziane Mohamed Tewfic su “La distribuzione dell’acqua importanza sociale e complessit “. Agli interventi (due per volta) seguir  una poesia declamata da Ariele D’Ambrsosio accompagnata dalla musica originale del compositore Mimmo Napolitano con Giuseppe Di Colandrea al clarinetto, Raffaele Sorrentino al violoncello e Carlo Sparano al contrabbasso. L’ingresso alla Domus Ars è libero.
Per altre informazioni sull’autore e le sue operewww.arieledambrosio.it