Le Maschere del teatro Italiano, evento spettacolo al Mercadante di Napoli trasmesso in differita su Rai 1 nella stessa serata di venerd 4 settembre, ha visto la premiazione di attori, registi, scenografi, costumisti, disegnatori luci, autori di musiche. Ilmondodisuk ha partecipato lo scorso 29 maggio anche alla selezione delle terne dei finalisti per le tredici categorie in gara in una seduta pubblica, svoltasi nello stesso teatro, da una giuria presieduta da Gianni Letta di 12 “formata secondo criteri di autorevole rappresentativit “. Seduta noiosa simile a uno spettacolo di marionette in cui abbiamo assistito a una inclusione forzata, abilmente manovrata, di molti esclusi nella terna dei probabili premiati anche se gi  premiati nelle precedenti edizioni. Risultato finale sono stati scelti solo alcuni spettacoli tra tanti.
Premiati nella serata finale “Lehman Trilogy” di Luca Ronconi tra gli spettacoli di prosa; Antonio Latella regista di “Natale in casa Cupiello”; Eros Pagni, protagonista in “Il sindaco del rione Sanit “; Manuela Mandracchia protagonista in “Hedda Gabler”; Nando Paone, attore non protagonista in “Don Giovanni”; Monica Piseddu, attrice non protagonista in “Lo zoo di vetro”; Alessandro Averone tra gli emergenti in “Der Park”; Giulia Lazzarini per il monologo in “Muri- prima e dopo Basaglia”; Ferdinand Woegerbauer scenografo in “Der Park; Maurizio Millenotti, costumista per “Il giardino dei ciliegi” regia di Luca de Fusco, ideatore dell’evento “Le Maschere…”( lo scorso anno ebbe tre premi); Luigi Saccomandi, disegnatore luci in “Don Giovanni. Vivere è un abuso mai un diritto”; Nicola Piovani, autore delle musiche per “La dodicesima notte” Stefano Massini, autore di novit  italiane per il gi  citato “Lehman…” di Ronconi.
Premio speciale della Presidenza della Repubblica a Umberto Orsini. Dino Trappetti, presidente Sartoria Tirelli Costumi, ha ritirato il Premio alla memoria di Graziella Lonardi Buontempo. La sartoria ha mostrato abiti raffinati di scena di note attrici del passato indossati dalle due belle indossatrici presenti sul palco nella serata. Tullio Solenghi si è esibito in gaffe e battute non esilaranti tentando senza successo di divertire nella conduzione dello spettacolo.

Il teatro nasce in Grecia come forma democratica e culturale per il popolo per essere unica arte che raccoglie ogni espressione creativa danza, canto, musica, letteratura, recitazione, poesia, architettura scenografica.
Per Eduardo ” è la magia più antica del mondo, ha inizio quando due esseri umani hanno parlato tra loro e un terzo si è fermato ad ascoltarli”. L’evento ” Le Maschere del teatro italiano” è un omaggio a Napoli, citt  greca, capitale del teatro nel mondo per avere creato in et  romana una forma di teatro più realistica con l’introduzione di personaggi popolari e di nuove maschere come Pulcinella, servo bizzarro, e escludendo eroi e divinit  facendo scuola nel corso dei secoli ad altri drammaturghi e commediografi nel mondo. L’evento presenta in una serata attori e operatori sul palco, tre per le dodici categorie in gara, e centinaia di altri in sala che rappresentano il teatro in Italia e nel mondo in quanto il nostro teatro come la lirica, danza, melodie classiche napoletane, l’alta moda, design, l’arte, la cucina napoletana veicolano con successo in altre nazioni. Addetto stampa, Valeria Prestisimone.

Nelle foto, la premiazione al Mercadante in alto, Latella; in basso da sinistra, Paone, Piovani e Massini