Fotografia, impresa, storia, magistratura, giornalismo. Sono i protagonisti del tradizionale appuntamento con il Premio internazionale “Cosimo Fanzago”, creato e organizzato dall’Associazione Palazzi Napoletani e attribuito a personalit  chi si sono impegnate nella valorizzazione dei beni culturali, dimostrando concreta sensibilit  per lo straordinario patrimonio storico-artistico della citt .
Mercoled 10 giugno dalle 19, scenario della manifestazione, che sar  coordinata da Antio Piedimonte, sar  il teatrino di Corte di Palazzo Donn’Anna (via Posillipo 9- Napoli, foto). I riconoscimenti saranno consegnati a Alessandro Barbano (direttore del quotidiano “Il Mattino”), Antonio Buonajuto (presidente Corte di Appello di Napoli), Mimmo Jodice (artista di rilievo internazionale), Nino Masucci (tra gli artefici di quel “miracolo” culturale e turistico che è il “Museo Cappella Sansevero”), Giannegidio Silva (presidente e ad della Metropolitana di Napoli, dunque responsabile della creazione del nuovo fiore all’occhiello della citt  il “Metrò dell’arte”). Prima della cerimonia l’architetto Roberto Fedele guider  gli ospiti nella visita all’ edificio.
In premio, una scultura firmata da Riccardo Dalisi.. L’attore Mariano Rigillo legger  alcuni passi da “Ferito a morte”, romanzo che Raffaele La Capria ha ambientato proprio a Palazzo Donn’Anna, a lungo sua dimora napoletana.
Creato e presieduto dall’architetto Sergio Attanasio con la collaborazione dei soci fondatori Celeste Fidora e Pietro Giordano – dopo un periodo itinerante finalizzato alla valorizzazione di altri siti (in primis Palazzo Serra di Cassano e Palazzo Colonna di Stigliano), il Premio ritorna a Palazzo Donn’Anna, nella ricostituita Fondazione “Ezio De Felice”, ospite del commissario Marina Colonna. Obiettivo tramandare l’arte e l’architettura barocca e la figura di Cosimo Fanzago, il grande architetto e scultore seicentesco che contribu a rendere unico il patrimonio monumentale e artistico della citt .

Per saperne di più
sergio.attanasio@fastwebnet.it