Bruno Lauzi nell’isola azzurra. Cantautore, compositore, poeta, scrittore e cabarettista, nato in Eritrea, ma cresciuto a Genova con altri celebri cantautori Fabrizio De Andr, Umberto Bindi, Luigi Tenco, Sergio Endrigo e Gino Paoli. Alla sua creativit  è dedicato un premio che avr  il momento clou (con la proclamazione del vincitore) nel gala (condotto da Marino Bartoletti e Francesca Ceci) di gioved 27 agosto al Teatro Paradiso. Serata con i sei finalisti del concorso Daniele Celona con “La sindrome di Loise Laine” e il brano (riarrangiato come quelli eseguiti dagli altri concorrenti) di Bruno Lauzi “E penso a te”; Ettore Giuradei, con” Mila” e la cover del cantautore genovese” Il Poeta”; Molla, con “Eppure sento” abbinata a” ” l mio ufficio in riva al mare” di Lauzi; Piccoli Animali Senza Espressione con l’inedita “La mia parte lagunare” insieme a “Maria Bell’Undici” del grande autore ligure; Priscilla Bei con “Faccio a meno” e la notissima “Ritornerai”; Punto e Virgola con “La vigile urbana” e “La casa nel parco”.

Nel corso della manifestazione verr  consegnato anche il Premio “Anacapri Penna d’Autore 2014” a Mario Orfeo per il giornalismo e a Gaetano Curreri per la scrittura e la canzone d’autore. Tra gli ospiti ci sar  il cantautore Riki Anelli, vincitore del concorso dello scorso anno, trampolino di lancio verso importanti traguardi, oggi al lavoro per il nuovo album che uscir  in autunno. Il Premio Anacapri Bruno Lauzi continua a essere un modo per ricordare anche il suo ideatore, Roberto Gianani (a due anni dalla sua scomparsa) che voleva offrire visibilit  e ribalta ai giovani talenti.

Nella foto, il cantautore Bruno Lauzi, scomparso nel 2006