Ve l’aspettereste che il fico è stato il primo grande stilista dell’umanit ?
quanto ha argutamente affermato Franco Lista, presidente della giuria del Premio Masaniello napoletani protagonisti, durante la conferenza stampa di presentazione tenutasi al Nuovo Teatro Sancarluccio di Napoli (Via San Pasquale a Chiaia 49).
Quando l’uomo sent l’esigenza di coprire le sue nudit , spiega Franco Lista, utilizzò la foglia di fico, peraltro bellissima, per realizzare il suo primo vestito. Da allora, se ne sono fatti di passi in avanti, fino ad arrivare a un vero e proprio sistema dello stile e della moda o, come Lista preferisce dire, delle mode, per dare il senso della continua evoluzione delle cifre stilistiche che giungono, in alcuni casi, a rasentare l’arte.

L’Italia e Napoli sono ai primi posti nel mondo nel settore della moda (delle mode) e dunque gli organizzatori del Premio Masaniello hanno voluto mettere in risalto questa nostra grande eccellenza, eccellenze culturali ed economiche proprio in un momento nel quale la citt  di Napoli è di nuovo nell’occhio del ciclone, per motivi politici ed extrapolitici.

Il Premio Masaniello – Napoletani protagonisti -, giunto alla sua nona edizione, rappresenta un appuntamento importante e consolidato della cultura napoletana. Gli ideatori e gli organizzatori, Luigi Rispoli, Umberto Franzese e Laura Bufano, intendono interpretare, salvaguardare, assimilare e consolidare, con il Premio e con ciò che da esso scaturisce, il patrimonio storico ed artistico del nostro territorio, della nostra comune e condivisa civilt .

La premiazione si svolger  al Teatro delle Palme (via Vetriera a chiaia 12) venerd 3 ottobre dalle ore 2030. Presenteranno la manifestazione Lorenza Licenziati, Anna Donato e Federica Flocco.
A rendere festosa la serata, realizzata dall’Aige(Associazione informazione giovani Europa) in collaborazione con “I Teatri sulla Chiaia”, ci saranno momenti di buono spettacolo. Si esibir  Diego Moreno, artista Argentino con un fortissimo legame con la citt , che ricever  anche il premio “Musica Napoletana nel Mondo”. La premiazione, inoltre, sar  accompagnata da un balletto, “Manichini”, con la coreografia di Claudia Grasso e le ballerine della scuola di danza Mara Fusco.
Una bella Napoli, dunque, da mettere in mostra soprattutto per gli stessi napoletani che, troppo spesso, hanno un’ immagine della nostra citt  molto peggiore di quanto in realt  non meriti. Momenti come questi possono invertire un trend di autopercezione negativa e pessimista della citt , che rischia di non condurre da nessuna parte. Il problema, quindi, forse il primo ostacolo da superare per rilanciare Napoli, è proprio questo ridare speranza e prospettiva a chi, forse a torto, ha deciso che la nostra citt  non ne ha.

Premiazioni Tema Specifico Moda e Mode
Salvatore Argenio Stilista Identitario
Vincenzo Canzanella Sartoria Teatrale
Raffaele Carlino Carpisa Pelletterie
Bruno Caruso Moda Sposa
Giacomo Cinque Antica Sartoria Positano
Giusy Giustino Costumista Teatro San Carlo
Angela Greco Stilista
Maurizio Marinella Cravatte Sartoriali
Vincenzo Romano London Napoli
Francesco Serpone Sartoria Ecclesiastica
Vincenzo Valentino Alta Moda Scarpe Donna

Premiazioni Tema ciclico
Ermanno Corsi Giornalista
Adriana Dragoni Storia dell’Arte
Letti Sfatti Rock d’Autore
Don Aniello Manganiello valor Civile
Diego Moreno Musica Napoletana nel Mondo
Gino Rivieccio Teatro
Gennaro Sangiuliano Scrittore
Antonio Sticco Architetto del Trasporto

Nelle foto, un momento della conferenza stampa e la scultura di Domenico Sepe che andr  ai premiati