Nasceva a Ischia quindici anni fa il premio Domenico Rea, ideato da Davide d’Ambra e amato da lettori e scrittori. L’appuntamento con l’edizione 2009 è per venerd 23(ore 19) e sabato 24 ottobre, spazio alle parole, agli autori e ai ragazzi. Domenico Rea, una vita spesa a raccontare Napoli da giornalista e da scrittore, tra i suoi titoli più celebri Spaccanapoli e Ninfa plebea, un patrimonio di grande valore per la citt  e Mauro Giancaspro, in occasione della presentazione del premio alla biblioteca nazionale dichiara: “Se fossi arrivato prima alla biblioteca nazionale, non avrei permesso che gli autografi di Rea andassero via da Napoli (attualmente si trovano a Pavia)”.
Premiati ex equo nella sezione saggistica Mimmo Liguoro con Dove sta Zaz  e Ernesto Mazzetti con Storie del sud di ieri e di oggi: “Due lavori paralleli commenta Giancaspro -perch trattano in modo diverso la questione meridionale del dopoguerra, il primo attraverso la storia di una canzone e il secondo attraverso ricerche storiche”. Mazzetti del resto ha condiviso con Rea parte della sua esperienza professionale “con Mim ci “sfrocoliavamo” a vicenda quando lavoravamo insieme alla Rai, e sono particolarmente contento di ricevere questo premio a lui dedicato. Se il tema è la questione meridionale, beh, direi che rispetto al dopoguerra la societ  è regredita ad una dimensione tribale, ed è ben lungi dai luminosi orizzonti europei”.

Sono cinque i finalisti per la sezione narrativa: Angelo Cannavacciuolo “Le cosa accadono” Cairo editore, Raffaele Nigro “Santa Maria delle Battaglie” Rizzoli editore, John Domini “Terremoto napoletano” Pironti editore, Christian Frascella “Mia sorella è una foca monaca” Fazi editore e Danilo Mainardi “L’acchiappacolombi” Cairo editore.
E Cannavacciuolo ricorda: “Mentre terminavo il mio primo libro usciva Ninfa Plebea, lo lessi e buttai il mio nella spazzatura perch sentivo che non reggeva il confronto. Scrissi anche una lettera a Rea, chiss  se l’ha mai letta. Fortunatamente il mio libro poi fu pubblicato, e mi piace pensare che in qualche modo lui mi abbia aiutato dall’alto”.

Spazio anche ai giovani con la targa Carlo Dessy: gli studenti delle scuole medie inferiori sono stati invitati a leggere cinque classici e in una gara a loro riservata dovranno riconoscerli a partire dalla lettura di poche righe. Gli alunni saranno anche invitati a comporre un breve testo ispirato all’isola di Ischia, il migliore sar  pubblicato sul periodico Ultimora.

La cerimonia di premiazione si terr  sabato 24 ore 20 nel salone delle feste del NH Ischia thermal spa resort e sar  presentata da Lorenza Licenziati, venerd 23 ore 19 sar  inaugurata la mostra di foto inedite di Domenico Rea.

Nelle immagini, Mim Rea e (in basso) la presentazione del premio Rea alla biblioteca nazionale con Lucia Rea, Livio d’Ambra, Mauro Giancaspro, Lorenza Licenziati e Ernesto Mazzetti