Un marzo donna lungo tre mesi. In continuit  con lo scorso anno palazzo san Giacomo presenta il programma del marzo donna 2015. Appuntamenti centrali e nelle Municipalit  fino a maggio.
Alimentazione, corpo, salute e benessere, arte, teatro, danza, cinema, musica, educazione ai sentimenti, ambiente e green economy, professioni, artigianato, reading. Insomma, quest’anno il tema è la sostenibilit  della vita.
«In linea di continuit  con il marzo dell’anno scorso, quest’anno la traccia è dai desideri ai saperi delle donne, la cura di s e la cura del mondo. Nella convinzione che le donne hanno delle risorse e dei saperi che sono poco visibili ma che mantengono in piedi un tessuto sociale. Per questo è opportuno che questa invisibilit  fosse portata alla luce.
Penso che sia una primavera donna visto che il programma finisce a maggio, non siamo riusciti a contenere tutte le proposte in un solo mese».
Tra gli appuntamenti, riecco la mostra I Miserabili, questa volta a Palazzo delle arti Napoli (Pan) via dei Mille in collaborazione con l’assessorato alla cultura, fino al 12 marzo, evento prodotto dal Museo Madre e dall’associazione culturale "Periferie del Mondo – Periferia Immaginaria" focus del femminicidio. Il format, nato da un’idea di Dsire Klain, vuole accendere i riflettori sulla miseria umana dei carnefici in un mix di immagini di cronaca (foto di Stefano Renna) e installazioni artistiche. Novit  di questa edizione è la presenza di 12 uomini come testimonial, uno ogni giorno della mostra dopo, Patrizio Rispo che ha dato il via all’iniziativa, tra gli altyri Gino Rivieccio, Enzo Gragnaniello, Maurizio Braucci, Sandro Cuomo, Francesco Nardella, Ottavio Lucarelli e Nino Daniele.

Per saperne di più sul programma completo, centrale e per Municipalit 
www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/26371