Sesso, manga e religione è l’intreccio perfetto per l’arte proposta, fino al 19 Aprile, dalla galleria “PrimoPiano Homephotogallery” (Via Foria 118, Napoli) dell’artista Roberto Silvestrini Garcia.
L’artista venezuelano, che vive e lavora a Milano, spazia dalla pittura alla scultura, dalla ceramica all’incisione, dalla decorazione all’illustrazione. Approda nel 1998 allo sviluppare nella cera opere di design per gallerie d’arte e arredamento, realizzando collezioni esclusive per le migliori firme della moda ed esponendo candele, porcellane, tessili e ceramiche in tutto il mondo.
Poliedrico ed eclettico propone nella galleria napoletana quattordici opere, in tecnica mista su tela, con cui affronta la tematica religiosa affiancandola alla più moderna tecnica dei fumetti manga giapponesi giocando con le sue immagini coloratissime, erotiche e sensuali.
L’antico e il moderno portati alle estreme conseguenze immagini che sembrano aver perso qualsiasi allaccio con la religione, soppiantata dalla presenza di carnose e carnali bamboline che affollano i cartoni animati giapponesi, le cui vesti si lasciano facilmente e disinvoltamente scivolare svelando ammiccanti scollature.
Ed ecco, quando il tabù è trasgredito e la provocazione è al limite, Silvestrini Garcia lo valica ricordando di trovarsi davanti a icone sacre affianca a ognuna di queste i consueti e tradizionali simboli religiosi la ruota di Santa Caterina, il teschio con la Maddalena, il drago con San Giorgio.
Cos il viaggio si fa completo, non trascura nessun dettaglio, scandaglia ogni particolare biblico e lo propone attraverso questa nuova lettura, ironica, forse irriverente ma originale e creativa che prevede l’utilizzo di tutto l’immaginario contemporaneo che il cinema, la televisione e la fumettistica propone ogni giorno.
Scrive Antonio Maiorino “…I collage digitali fotografici (corpi/fondi), trasformati in manga e successivamente stampati su tela e ridipinti a cera calda con pigmenti di affresco di Silvestrini Garcia, sono opera di folgorante sincretismo e geniale conciliazione di elementi eterogenei che s’intersecano prima e si fondono poi per volont  dell’ecclesia manga unitamente alle altre scuole Shouen-ai, Yaoi, Shotacon. Il sincretismo è nella genesi stessa delle opere Silvestrini fa comunicare la fotografia con il disegno, la stampa digitale con la cera e quel che ci arriva è una singolare sinestesia sia psicologica che linguistica…”.

Per informazioni
primopianonapoli@gmail.com
www.primopianonapoli.com
Orari mercoled gioved venerd dalle 16,00 alle 19,30
Altri giorni su appuntamento

Nelle immagini, alcune delle opere in mostra.