Da quattro anni l’isola  in cui è nata la ricorda con amore.  E Napoli si associa con altrettanto affetto, perché la sua energia è di quelle che  la rappresentano al meglio nel mondo. Indimenticabile quando saliva  nel palcoscenico con il figlio Peppe. Stiamo parlando di Concetta Barra (foto), impareggiabile cantattrice della “Gatta cenerentola”di Roberto De Simone cui è dedicato il Premio che si svolgerà tra l’isola di Arturo e Partenope, il 15 e 16 settembre, alle 18. 30.
Venerdì, in piazza dei Martiri,il convegno internazionale “Concetta Barra, Eduardo De Filippo e Totò – Vite di artisti”, coordinato da Massimo Marelli. La manifestazione si concluderà con un omaggio musicale realizzato dalla banda musicale dell’Isola di Procida.
Il 16 settembre sarà il porto turistico procidano ad accogliere la premiazione tra esponenti del mondo della cultura, dell’arte, del giornalismo, della letteratura e dello spettacolo.
Gaetano Manfredi, rettore dell’Università Federico II di Napoli, consegnerà il “Premio Concetta Barra – Isola di Procida”  a Giovanna Mezzogiorno, Ferzan Ozpetek, Diego De Silva, Elio Pecora, Ottavio Ragone, Flegra Bentivegna, Toni Florio, Lello Esposito e Giancarlo Cosenza.
E poi, in Piazza Marina Grande Peppe Barra darà vita al concerto “Il Canto dei tamburi”.  «Il premio- conclude l’artista- è nato dal sogno di molti amici di ricordare una bella figura di donna procidana attraverso il valore di un’isola con tutte le sue tradizioni e tutta la sua bellezza culturale. Quello di Concetta Barra è un premio incentrato sulla luce, sull’amore per i giovani e sui grandi valori culturali».

Per saperne di più:
infocriticateatrale@unina.it
isabellaimperiali@hotmail.it