Non solo palazzi e opere d’arte ma anche splendide creazioni della natura: è il patrimonio storico e paesaggistico che ci circonda fatto dalle creazioni dell’uomo ma anche dall’intervento della natura. E se i garden trotter, i turisti che vanno in giro per giardini, aumentano sempre di più, occorre salvaguardare le risorse preziose che il nostro territorio offre, magari con figure professionali specializzate.

Da questi presupposti nasce l’indirizzo “Beni Paesaggistici Ambientali” nell’ambito del corso di laurea in Conservazione dei beni culturali del Suor Orsola Benincasa, presentato questa mattina negli spazi del Real Orto Botanico di Napoli, sintesi eccelsa di architettura edilizia e architettura verde ma anche esempio di ricerca botanica e variet .

Le attivit  formative previste nel piano di studi abbracciano dunque insegnamenti inerenti il settore dei beni ambientali, dei parchi, dei giardini e del paesaggio, da mettere in relazione con discipline di natura ecologica, biologica, umanistica ed economica. A tal fine, oltre alle tradizionali discipline della conservazione dei beni culturali, viene assicurata un’offerta in materie capaci di far comprendere le iterazioni fra ambienti ed esseri viventi, come Biologia Vegetale, Biologia Animale, Geologia del Paesaggio, Chimica dell’Ambiente e Storia dell’ Architettura del paesaggio, unite al bisogno di conservazione della biodiversit .

Un corso al passo con questi tempi, in cui aumenta la sensibilit  nei confronti dell’ambiente e aumentano gli appassionati di gardening e architettura verde.

Gli sbocchi professionali spaziano dal settore pubblico a quello privato, dalla progettazione e gestione di giardini, per il recupero biologico delle parti verdi alla gestione pubblica dei parchi seguendo sia schemi estetici che tematiche scientifiche. Attualmente i laureati in questa disciplina sono impiegati presso musei, biblioteche, archivi dove siano presenti aree verdi da preservare e da gestire; lavorano presso parchi orti botanici, coltivi storici sia per catalogare che per preparare ed illustrare percorsi scientifici e didattici potr  altres operare presso collezioni di animali vivente di animali conservati, nonch presso siti geologici.

Per info www.unisob.na.it

Nell’immagine, l’ingresso del Real Orto Botanico di Napoli