“La filosofia mi ha insegnato che nessuno di noi si salver  da solo”. Saggezza in pillole lanciata dal grande pensatore napoletano Aldo Masullo nell’intervista di domenica 10 aprile dalle pagine culturali nazionali del quotidiano la Repubblica. Un segnale che conferma l’attualit  del pensiero e il chiarore che può irradiare nella vecchia Europa in affanno. La filosofia è un faro che può illuminare il nostro percorso di tutti i giorni ne sono sempre più convinte le organizzatrici (Giuseppina Russo e Iriana Marini) del festival della filosofia in magna Grecia che è arrivato alla sua nona edizione, concentrata su “Padeia”, formazione appunto. Presentata stamattina nella cittadella filosofica per eccellenza, nel cuore antico di Partenope dove hanno studiato Giordano Bruno e Tommaso Campanella, il convento di san Domenico Maggiore, la rassegna si svolger  da luned 18 a venerd 22 aprile, tra Velia, Pollica, Casal Velino e Vallo della Lucania. Il primo festival in Italia rivolto agli adolescenti e immerso dove la disciplina filosofica è stata generata. Il territorio dell’antica Elea, luogo dove nasce e vive Parmenide (510 a.C.), fondatore della scuola filosofica eleatica.

Due le novit  di quest’anno la giornata del pensiero e la web radio che diramer  notizie dal sito e dalla pagina di facebook, trasmettendo anche un pezzo finale preparato dai ragazzi durante l’attivit  di laboratorio.
E ancora, la giornata del pensiero che ospiter , tra l’altro, il dialogo “Paideia” , curato da Massimo Don , affiancando le gi  collaudate passeggiate filosofiche teatralizzate, ideate da Vincenzo Maria Saggese dove spunter  pure un visionario Pico della Mirandola.

Novecento i ragazzi che vi prenderanno parte stimolati a prendere coscienza della propria infinit  e della capacit  di agire, di tuffarsi nell’immenso labirinto della vita.
“Just try”, “Provaci”, infatti, è il tiolo della canzone di Andrea Lucignano che accende il video clip della manifestazione, un inno al coraggio. L’autore si è anche audacemente spinto a rendere a suon di rap, in greco antico, un passaggio del “Simposio” di Patone, invito all’amorevole fratellanza che rende beati e quindi felici.
Il festival conta sulla sempre più stretta amicizia tra Italia e Grecia dove di recente sono stati accolti in una megainiziativa 500 liceali, tra cui gli studenti del Vico. Amicizia che verr  suggellata a maggio, in citt , dalla prima giornata mondiale dedicata alla Grecia, con un omaggio all’artista Belisario Corenzio.
La kermesse si aprir  a Vallo della Lucania con l’assegnazione del Premio Parmenide che andr  a Salvatore Natoli, prestigioso esponente del panorama filosofico italiano e internazionale. Per avvolgere poi i partecipanti nel viaggio in un’esperienza didattica multidimensionale, verso il ragionamento che cancella il buio della solitudine.

Per saperne di più
info@filosofiadellamagnagrecia.it
www.filosofiafestival.it

Nella foto, ragazzi al Festival della Magna Grecia