Colori, parole, palcoscenico… Ingredienti d’autore. E uno scenario inconfondible, il mondo di Partenope. Al quale appartiene Rolando Attanasio. Protagonista oggi, alle 18, alla Libreria Treves in Piazza del Plebiscito (Napoli), dell’incontro “Dialogo con lo scrittore” a cura del sociologo e critico d’arte Maurizio Vitiello, docente della Fondazione Humaniter. Si parer  anche del suo recente libro "Aragosta Blu” (Edizioni Eracle). Intervengono Stefano Arcella, Maria Pia Daidone, Salvatore Di Natale, Franco Lista, Pino Cotarelli, Antonino Scialdone e Carlo Spina. Letture di Aldo Spina.

Sul libro riportiamo il commento dello stesso Vitiello “La natura offre spettacoli tanto straordinari quanto curiosi; recentemente è stata pescata un’aragosta di colore blu, una rarit  che deriva da un disturbo genetico, che colpisce un crostaceo su due milioni. “Aragosta Blu” è uno di quei titoli che ti fanno sognare; è indovinato, riuscito a tal punto che, per scommessa, ti andrebbe di scrivere “Corallo Blu”, tanto per distinguere dell’elemento apotropaico per eccellenza, ben richiesto per corni e cornetti rossi a Napoli, un’accezione cromatica “altra”, proveniente dall’arcipelago della Malesia
.
Pittore visionario, artista digitale, sceneggiatore, Rolando Attanasio svolge la sua attivit  di sperimentazione attraverso la pittura, il teatro, la scrittura.
In questo “romanzo di vita”, più che “romanzo di formazione”, cala la beatitudine dell’essere napoletano sino al midollo. …

L’autore spiega l’anima e i suoi variegati racconti non sono altro che segmenti di vita; vita vissuta intensamente e regolata da vicende che l’hanno centrifugata abbastanza per renderla particolare, a tratti unica. ..
Dentro, ma proprio dentro, nascosta ma mica tanto, c’è la poesia che sorregge il tutto; nel flusso di coscienza che invade la carta c’è urgenza di raccontare Napoli per raccontarsi, per dire io ci sono.
Rolando Attanasio s’interessa da artista multidisciplinare di angolare la “presa” sulla vita e “angolando” su Napoli sa bene che potr  “universalmente” rispecchiarsi…”

In foto, la copertina del libro