Arte al femminile con l’associazione Studio7 che in questi giorni inaugura due mostre a cura di Monnalisa Salvati. La prima è La chioma di Berenice, personale di Arianna Bonamore che si apre il 4 giugno nella filiale di Benevento della Banca Sella Sud Arditi Galati (fino al 14 luglio). In primo piano c’è proprio la chioma rappresentata come groviglio di rami: è la femminilit , complicata e ramificata, che nei capelli si esprime e talvolta si reprime. Vivono un’esistenza a parte, prendono forma come sculture o come ideali proiezioni dei pensieri più segreti del femminino intelletto. Si arrovellano, si ingarbugliano, nascono, crescono e muoiono. Accarezzati, legati, costretti, adorati, odiati. Se la donna è mistero, i suoi capelli dicono molto di lei, l’acconciatura non è forse segno di timidezza? Ci si nasconde dietro un look, si vestono i panni di qualcun altro e si protegge la propria natura più intima.

Il 7 giugno si inaugura invece la mostra Assenze di Daniela Cicagli, fino al 16 luglio nelle sale della filiale di Cava de’Tirreni della Banca Arditi Galati. Blu e rosso sono qui a sottolineare emozioni e scorci, spiega la curatrice: “Le figure presentate sulla tela appaiono senza volto, a volte appena richiamate da una gamba o da un’ombra, fluttuano quasi inconsapevoli in piena solitudine: uomini e donne che si incrociano per strada, in un treno, al bar; individui che condividono piccoli o grandi spazi, brevi momenti… senza mai incontrarsi veramente, senza mai scambiarsi un gesto o una parola.”

Nelle immagini: le suggestioni blu di Daniela Caciagli e le chiome di Arianna Bonamore