una domanda comune, dal sapore tagliente cos’hai al posto del cuore? Questa volta a rispondere è l’arte di 15 artisti campani uniti insieme in una mostra che prende il titolo dall’interrogativo. A ospitare l’evento è l’Opificio Arti Performative di Frattamaggiore, per il quale i creativi hanno realizzato 15 opere site specific per questo nuovo spazio. Il risultato dell’ incontro è un percorso ricco e intenso, una polifonia di stili per declinare un concetto antico e moderno insieme, che ha prosciugato fiumi di parole, secchi di vernice e generazioni di uomini l’amore.
Tra gli artisti selezionati si incontra la video installazione dell’artista Nicca Iovinella dal titolo “Injuries_double lecture” (2013). Il video, che propone un amore contrastato come quello tra l’uomo e la natura e dell’uomo con il proprio io, è stato gi  esposto a Londra per ben due volte ma non si è mai offerto al pubblico italiano. Nicca Iovinella propone una favola moderna, introdotta da una seducente cappuccetto rosso, dai toni surreali e accattivanti, che incuriosisce e stimola la nostra immaginazione. Il bosco in questione si trova all’interno del Cratere degli Astroni dove nel giugno 2013 si è svolta la performance dell’artista poi sviluppata e ampliata nella video installazione per l’ Opificio. «La mia arte sta prendendo una definizione sempre più chiara- afferma l’artista-; ho bisogno di definire in maniera nitida le modalit  con le quali affronto un operato artistico. Ciò che ne garantisce l’autenticit  è l’appropriazione dello spazio dove andrò a realizzare qualcosa. Trovo che questa sia l’unica strada per mettersi in gioco, senza riserve».
Carla Viparelli, giocando come sempre sull’ambiguit  del titolo, presenta “V sami” un dipinto a olio su tavola con l’inserto di un vaso in terracotta che si ispira alla brocchetta di Gurni . L’opera rappresenta un polipo che abbraccia il vaso con l’immagine di se stesso, evidenziando il carattere “proiettivo” dell’amore. «Molto spesso siamo portati ad amare non l’altro ma quello che noi proiettiamo nell’altro, che diventa cos una proiezione di noi stessi. Anche la condivisione è un atto d’amore; avere l’opportunit  di condivisione e scambio tra artisti credo sia una delle ricchezze maggiori di questo lavoro».
E poi Enzo Palumbo con il suo carro, “Carico d’amore”, realizzato con i vetri piombati e Salvatore Lendi, con il suo “Plotone” e ancora Michele Auletta che per l’esposizione presenta l’opera "Cornucopia", composta da più elementi scultorei adagiati sul pavimento come un tappeto di fiori calpestato da osservatori che circondano un letto, a forma di cuore spezzato. «Una forma semplice, come semplice è l’amore, anche se a rappresentarla è l’abbondanza di un gesto comune, un abbraccio che avvolge senza limiti di demarcazione a simboleggiare l’incontro tra il bene e il male».
Gli artisti.
Lucio Afeltra – Michele Auletta – Aniello Barone – Franco Cipriano – Rosaria Iazzetta – Nicca Iovinella – Salvatore Lendi – Daniela Morante – Laura Niola – Maya Pacifico – Salvo Palazzolo – Enzo Palumbo – Gloria Pastore – Antonio Serrapica – Carla Viparelli

Lo spazio .
L’Opificio Arti Performative nasce a Frattamaggiore nello spazio di circa 200mq di un ex canapificio, per volont  degli artisti Salvatore Lendi ed Enzo Palumbo, il cui progetto è quello di favorire l’incontro fra i differenti linguaggi dell’espressione visiva nonch l’interazione tra le risorse del tessuto artistico locale con le realt  culturali nazionali e internazionali. Un nuovo spazio nella periferia di Napoli, dove creare azioni e racconti destinati alle giovani generazioni. Ancora una volta la periferia abbandona i margini e diviene essa stessa centro, di vita creativa, di nuove idee, di volont  di riscatto sociale. L’Opificio è nel pieno centro storico di Frattamaggiore, facilmente raggiungibile sia in auto che in treno.

Cos’hai al posto del cuore?
La mostra è aperta al pubblico fino al 30 giugno 2014
Opificio Arti Performative, via C. Pezzullo 20, 80027 Frattamaggiore, NA
Orari di apertura dal marted al sabato, su appuntamento
Ingresso libero
Info e contatti 3398144743- 3336256056
www.opificioartiperformative.it/galleria/

Nelle foto “V sami” di Carla Viparelli (in alto) e un frame dal video di Nicca Iovinella

In basso, clicca il video sull’allestimento della mostra
http//www.youtube.com/watch?v=-MqMGGt5fIc&list=UUgPm_W58C1kQWqiUJ4a66hQ&feature=share