Giunge alla conclusione il progetto “Ragionamenti d’amore”, di Ilia Tufano, un percorso multidisciplinare attraverso l’arte, la filosofia e la letteratura, lungo il fil rouge dell’eros. “L’estate scorsa – racconta Tufano – ho chiamato a raccolta cinquanta degli artisti a me più vicini, invitandoli a una collettiva ispirata al tema dell’eros. Per avvicinarli al senso della mostra, ho inviato loro un dialogo immaginario tra Socrate – in veste di protagonista del Simposio – e George Bataill – come autore del saggio sull’erotismo. Dal dialogo scaturivano molte riflessioni sui diversi modi di approcciarsi all’eros delle varie civilt , parliamo di aspetti non sentimentali ma sensuali e dunque dell’eros anche come comunicazione tra le persone”. Ne scaturiva una mostra ospitata nel novembre 2008 nella sua galleria Movimento aperto con quadri di piccole dimensioni l’uno accanto all’altro come in un affresco continuo sull’erotismo, ma non è tutto. All’esposizione faceva da contrappunto un ciclo di tre conferenze sul tema, sviscerato dal punto di vista filosofico, poetico e letterario. Ecco che di filosofia e di arte hanno parlato Dario Giugliano e Mario Persico, mentre Ugo Piscopo ha condotto con Antonio Spagnuolo, Ciro Vitiello e Eugenio Lucrezi una ricognizione sull’attualit  della poesia e le connessioni con le arti visive ed infine Giorgio Agnisola ha esplorato il tema dell’Eros nelle letteratura contemporanea e Rosario Pinto ha messo a fuoco il tema dell’arte al femminile.
“Durante questi appuntamenti – spiega la gallerista – abbiamo fatto delle riprese, nel montaggio abbiamo alternato le immagini delle opere con quelle degli incontri, dando vita a una sintesi di tutto il progetto”. Sintesi che sar  presentata questo pomeriggio (28 maggio) alle 18.00 al Palazzo delle arti di Napoli con la proiezione del dvd . Oltre alla Tufano interverranno tutti i protagonisti del ciclo di conferenze oltre a Antonio Filippetti e Giuseppe Billotta; conduce Francesco Lucrezi.

In alto la locandina dell’evento

Istituto Cervantes: Omaggio a Jos-Miguel Ull n
Oggi, 28 maggio, ore 13.00, l’Istituto Cervantes ospita una lettura dell’opera “Raffiche” di Jos-Miguel Ull n, scomparso lo scorso sabato. Ull n ha rappresentato la versione più acuta e riuscita dell’avanguardia letteraria spagnola della seconda met  del XX secolo, un poeta di rara intelligenza e formazione straordinaria. All’Istituo Cervantes di Napoli l’autore ha mostrato tutte le sue sfaccettature: ha letto la sua poesia, ha curato mostre memorabili come Volcanes di Vicente Rojo, e ha esposto la propria opera grafica, Agrafismos, che ha realizzato per accompagnare la sua poesia completa, Ondulaciones, pubblicata recentemente da galaxia Gutenberg.
La lettura coincider  con la chiusura della mostra Agrafismos.

Via Nazario Sauro 23
Per saperne di più: napoles.cervantes.es