L’InCanto in tutte le sue declinazioni continuer  ad affascinare il pubblico di Ravello anche in agosto. Tra i prossimi protagonisti, Niccolò Fabi, accompagnato da un quartetto acustico (9 agosto), James Senese & Napoli Centrale (20 agosto, in foto), Giorgio Albertazzi, un ragazzo di novantadue anni, che insieme a Mariangela D’Abbraccio far  rivivere in scena Borges e Piazzolla (19 agosto) e Mariama, cittadina del mondo e nuovo volto della musica soul internazionale.

Sul tema dell’incantesimo sar  pure il “Cunto di Tristano” affidato al regista, attore e cuntista Vincenzo Pirrotta e co-prodotto da Fondazione Ravello e Fucina Italia (22 agosto). La Fondazione Ravello ha inoltre commissionato la suite sinfonica che Gianluca Podio ha ricavato su temi di Pino Daniele, intitolata “O’ mare”, con un vago richiamo a Debussy (29 agosto).
Tra le orchestre protagoniste del Festival, la Gustav Mahler JugendOrchester fondata da Abbado e affidata, per l’occasione, alla guida del glorioso Herbert Blomstedt (21 agosto), l’Orchestra Filarmonica della Fenice, protagonista, con Alvise Casellati, del suggestivo e tradizionale Concerto all’Alba (10 – 11 agosto) e i Berliner Symphoniker diretti dal Maestro Maurizio Billi (25 agosto). Tra le giovani proposte in ambito sinfonico, invece, il Ravello ospiter  i talenti della European Union Youth Orchestra diretta dal Maestro Gianandrea Noseda (27 agosto). Non mancher  l’Orchestra Sinfonica di Asti diretta da Silvano Pasini che condurr  gli spettatori in un viaggio nel mondo della musica cinematografica con i più celebri pezzi di Ennio Morricone e John Williams (1 agosto). Itinerario che sar  completato dalla serata “Jazz from the movies”, dove i celebri temi di Rota e Morricone verranno rivisitati in chiave jazz dal quartetto composto da Rosario Giuliani, Luciano Biondini, Enzo Pietropaoli e Michele Rabbia (18 agosto).
Accompagna tanta musica la mostra dedicata allo scultoreAugusto Perez (a cura di Flavio Arensi) fino al 5 settembre e “Sonica”, la retrospettiva del più apprezzato e noto fotografo italiano in ambito musicale, Guido Harari (fino al 31 ottobre). Tutti gli spettacoli del Ravello Festival 2015 sono ripresi da una troupe dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, coordinata dal regista Stefano Incerti, nell’ottica di una collaborazione siglata tra le due istituzioni campane che porter  alla produzione finale di un mediometraggio dedicato al Festival. Il Ravello Festival rappresenta, insieme alla gestione di Villa Rufolo, l’elemento trainante del “Progetto Ravello”, intrapreso nel 2013 e consolidato, di recente, grazie alla firma della convenzione con la quale la Regione Campania assegna alla Fondazione 4 milioni di euro per il proseguimento delle attivit  nel biennio 2015-2016. Le risorse impiegate fanno riferimento a fondi europei PAC (“Piano di Azione e Coesione”).

Per saperne di più
www.ravellofestival.com

tel 089 858422
boxoffice@ravellofestival.com