Muri da abbattere,  integrazione, emozioni raccontati  dall’arte della danza. Nella cornice del progetto  di formazione Abballamm’!  sabato 22 luglio (alle 21.30)  sul Belvedere di Villa Rufolo uno spettacolo inedito. Insieme sul palco i ragazzi del progetto maliano-palestinese dell’Accademia nazionale di Danza, la compagnia palestinese Sareyyet Ramallah e circa 40 allievi-danzatori provenienti da centri di formazione di tutta la Campania.
In scena con due coreografie inedite: Palestinian Karma, di Bassam Abu Diam,   e Revolving Karma di Fabrizio Esposito. Nel corpo di ballo selezionato, anche due giovani ballerini ravellesi. La più importante realtà palestinese rivolta alla formazione di giovani danzatori, la nostra più importante istituzione nazionale e il Ravello Festival insieme per una produzione che è anche un esempio di cammino virtuoso di collaborazione tra istituzioni.
Il progetto Abballamm’! ideato da Laura Valente mette a fuoco giovani artisti provenienti da tre paesi con le loro lingue e la loro cultura impegnati in un gioco di relazioni dove l’identità comune si ritrova nella terra e nel corpo, nel tentativo di distribuirne il peso oscillante tra il qui e l’altrove, il sotto e il sopra, l’orizzontalità e la verticalità, il vicino e il lontano. Storia di una umanità contemporanea stretta tra il perimetro circoscritto dell’identità etnica e lo spazio fluido della globalizzazione.
In alto, ragazzi palestinesi sul palco (ph Palestine Monitor)
Per saperne di più
www.ravellofestival.com
Boxoffice: tel. 089 858422